OROSCOPO

Detrazione fiscale box auto 2016

detrazione box auto 2016

Detrazione fiscale box auto 2016: tutte le informazioni sulle detrazioni destinate all’acquisto di un box auto o alla costruzione di un box auto pertinenziale. Le linee guida dell’Agenzia delle Entrate sui requisiti e le modalità per accedere al bonus.

Premessa 
La detrazione fiscale ammonta al 50% della spesa sostenuta per l’acquisto o la costruzione di autorimesse. La detrazione fiscale si applica per:

  • box auto di nuova costruzione
  • garage
  • parcheggi
  • posti auto scoperti
  • tettoie destinate all’autorimessa 
  • acquisto di box auto prefabbricati

Il box auto di nuova costruzione può accedere alle detrazioni fiscali del 50% per le spese relative al recupero del patrimonio edilizio, così come la costruzione di un garage, anche l’acquisto di un box auto prefabbricato può accedere a questi incentivi erogati sotto forma di detrazioni irpef al momento della dichiarazione dei redditi. Analogamente, anche le opere di ristrutturazione di un box auto di pertinenza all’unità abitativa possono usufruire del medesimo bonus.

Molti dubbi sulle detrazioni fiscali per l’acquisto di un box auto sorgono perché questo intervento ha poco in comune con un intervento di ristrutturazione. L’acquisto di un box auto consiste nell’installare, nella zona adiacente alla propria abitazione un prefabbricato atto a ospitare il veicolo. Per ottenere la detrazione, infatti, non bisogna fare riferimento all’importo del bonifico pagato al venditore del box auto, bensì bisognerà bonidicare l’importo dichiarato dal costruttore del box auto. Da questa sottile distinzione possiamo capire che le detrazioni sono disponibili solo per chi acquista un box auto direttamente dal costruttore. Di seguito vedremo in dettaglio tutte le condizioni e i requisiti richeisti per l’accesso al bonus. 

 

Detrazioni per garage, posto auto…

Non solo detrazioni per box auto. In questo articolo parliamo di box auto ma le detrazioni sono rivolte a tutte le strutture che hanno la funzione di autorimessa o parcheggio, quindi garage interrati, tettoie, ricoveri o la trasformazione di uno spazio del giardino in un posto auto scoperto.

 

Detrazione fiscale box auto di nuova costruzione

Con il bonus ristrutturazioni 2016 sono previste agevolazioni fiscali anche per chi decide di realizzare un box auto di nuova costruzione. In questo contesto si parla di box auto di pertinenza, infatti, stando alle linee guida dell’Agenzia delle Entrate, il box auto di nuova costruzione può accedere alle detrazioni fiscali purché reso pertinenziale di una unità immobiliare. 

 

Requisiti per accedere alle detrazioni fiscali

L’Agenzia delle Entrate ha reso noti i requisiti d’accesso alle detrazioni fiscali e tra questi, in primo luogo, vi è il vincolo di pertinenzialità che si può evincere dal Permesso di Costruire o altro titolo edilizio.

Non vi sono vincoli tra le agevolazioni e la prima casa, quindi un contribuente può accedere alle detrazioni anche in caso di costruzione del garage in una seconda casa.

Tra le spese detraibili, nel caso di un box auto di nuova costruzione, vi sono:

  • Spese professionali

    Quindi tutti gli oneri sostenuti per la progettazione dell’intervento e la richiesta di titoli autorizzativi e spese notarili.
  • Spese per l’esecuzione dei lavori 

    Quindi tutte le spese di costruzione del garage o installazione del box auto.
  • Altri oneri
    
Spese per il pagamento di imposte, diritti di segreteria e oneri di urbanizzazione

Se l’area in cui è stato realizzato il garage di nuova costruzione è stata appena acquistata, le spese di acquisto dell’area su cui è stata edificata l’autorimessa sono escluse dalle detrazioni.

 

Box auto prefabbricati

Come premesso, è possibile accedere alle detrazioni fiscali anche per l’acquisto di box auto prefabbricati. In questo caso, l’import da portare in detrazione al momento della dichiarazione dei redditi non corrisponde alle spesa sostenuta per l’acquisto del box auto in sé, bensì ai costi di realizzazione. 

Per accedere alle detrazioni fiscali per l’acquisto di un box auto prefabbricato, al momento dell’acquisto, sarà necessario farsi rilasciare dal venditore un’attestazione su cui si evince il costo di costruzione, scorporando quindi l’utile generato dal rivenditore. 

Per accedere alla detrazione per l’acquisto di un box auto prefabbricato, il contribuente dovrà necessariamente comprare il box auto presso un costruttore e non un intermediario privato o un’impresa non identificabile come costruttore. 

Facciamo un esempio pratico di detrazione fiscale destinata all’acquisto di un box auto. 

Il contribuente Anna De Simone acquista un box auto al prezzo di 25.000 euro più IVA. Il contribuente richiede l’attestazione dettagliata del costruttore dove si evince che di questi 25.000 euro, 5.000 rappresentano l’utile di vendita e 20.000 sono le spese di costruzione. Al momento della dichiarazione dei redditi il contribuente potrà portare in detrazione il 50% delle spese di costruzione (50% di 20.000), con uno sgravio sull’IRPEF pari a 10.000 euro. 

 

Vincolo di pertinenza

In tutti i casi vige l’obbligo di pertinenza tra l’autorimessa e l’abitazione. L’Agenzia delle Entrate ha recentemente chiarito che sono detraibili anche le spese notarili per certificare tale vincolo.

 

Come accedere alla detrazione fiscale

Le procedure da seguire sono le stesse indicate nell’articolo dedicato al bonus elettrodomestici e bonus mobili.

Bonus elettrodomestici 2016

Bonus mobili 2016