CDP “SUD FONDAMENTALE PER CRESCITA PAESE”

“Come Cassa Depositi e Prestiti siamo fortemente convinti che lo sviluppo economico di questo Paese passa attraverso il rilancio e la crescita del Sud. In questa logica abbiamo deciso negli ultimi mesi di rafforzare fortemente la nostra presenza e i nostri interventi su questo territorio: siamo partiti da Napoli, ma abbiamo una serie di interventi anche in Puglia, e stiamo iniziando ad operare anche in Sicilia”. Così Nunzio Tartaglia, responsabile CDP Imprese, a margine dell’incontro odierno promosso presso l’Unione industriali di Napoli, nell’ambito del ciclo di eventi (‘Spazio Imprese’) dedicati alla promozione del confronto con le imprese. “Il nostro intervento – prosegue – si muove tre direzioni: presenza fisica sul territorio, non a caso lo scorso novembre abbiamo aperto una nostra sede nel capoluogo partenopeo, farci conoscere e far conoscere le opportunità che possiamo offrire alle imprese. E poi la piena integrazione con gli attori del territorio”.

Il nostro ruolo – aggiunge Tartaglia – è quello di fornire alle imprese gli strumenti per la finanza straordinaria, interventi che il sistema bancario da solo fa più fatica a seguire, e riteniamo che tali interventi debbano focalizzarsi principalmente su tre ambiti: il supporto all’export, investimenti necessari alla crescita delle imprese per l’acquisto di impianti, macchinari, che vanno ovviamente finanziati e noi ci proponiamo come finanziatori a medio-lungo termine. E poi innovare: abbiamo appena lanciato il Fondo nazionale Innovazione, più di 1 miliardo di euro al servizio delle start-up e del mondo del venture capital”. Per Vito Grassi, presidente dell’Unione industriali di Napoli, “gli obiettivi che si prefigge CDP coincidono con le nostre priorità come sistema confindustriale nazionale e ancor più locale. Siamo fortemente impegnati per la costruzione e la messa in pratica di un modello di sviluppo sostenibile, che si fondi su leve quali l’innovazione e l’internazionalizzazione, che punti alla crescita dimensionale delle imprese per assicurare loro la massa critica necessaria a competere su uno scenario globale, anche grazie alla presenza di nuovi profili professionali qualificati”.

“Ovviamente – prosegue Grassi – anche le imprese devono fare la loro parte. Siamo impegnati come sistema confindustriale a costruire percorsi di crescita della cultura finanziaria e favorire così l’accesso alle opportunità disponibili”. Intanto, a due mesi dall’apertura della sede napoletana di Cassa Depositi e Prestiti, il Gruppo CDP ha intercettato sul territorio campano circa 30 opportunità da sviluppare nei prossimi mesi, con un importo complessivo di finanziamento per le imprese pari a 400 milioni. La maggior parte delle imprese con cui sono stati avviati contatti appartengono ai settori della componentistica, del fashion e dell’agroalimentare.
(ITALPRESS).