Boccia “Con Bardi impegno sulla Zes Jonica”

“Le aree interne, lo spopolamento della Basilicata con i suoi 565mila abitanti devono imporre un impegno supplementare dello Stato”.
Lo ha detto il ministro Boccia parlando degli investimenti per il sud in un incontro in regione Basilicata. “Con il presidente Bardi abbiamo preso un impegno sulla Zes ionica, ma pensiamo alle infrastrutture in particolare a dare accelerazione alla Potenza-Melfi e Potenza – Bari senza collegamenti si resta isolati. L’impegno del governo è sul contratto istituzionale di sviluppo, il presidente del Consiglio lo ha assicurato”.

Parlando della sua visita in regione il ministro ha sottolineato: “Incontro importante nel rapporto che stiamo costruendo tra le Regioni e il Parlamento. Celebriamo i 50 anni delle Regioni a Statuto ordinario, ma dobbiamo decidere cosa fare. Dobbiamo dirci cosa migliorare. Le Regioni ci chiedono che vogliono evitare il conflitto con lo Stato centrale. Voglio evitare che si debba pronunciare la Consulta. Dobbiamo rafforzare la fase preventiva. L’attività legislativa è a disposizione delle Regioni. Della Basilicata ne abbiamo impugnate sette di leggi, lavoreremo nei prossimi mesi per dimezzare questi conflitti. Alla base c’è una fiducia istituzionale in Conferenza Stato-Regioni. Abbiamo varato la prima bozza su autonomia differenziata. Uno dei maggiori temi di discussione con il presidente Bardi è sul come recuperare le risorse che sono andate in economia sul petrolio. Deve essere impegno di tutti recuperare quelle somme”.

(ITALPRESS).