TRUFFA ALL’INPS, DENUNCIATE 59 PERSONE IN CALABRIA

I carabinieri della stazione di Careri hanno denunciato alla Procura di Locri 59 persone, tra cui il titolare di un’azienda agricola, per truffa all’Inps. Dalle indagini, è emerso un danno erariale pari a quasi 400 mila euro, indebitamente percepito mediante fittizi rapporti di lavoro nel settore agricolo con la conseguente erogazione da parte dell’Inps, in favore dei falsi braccianti, di contributi previdenziali e assistenziali quali indennità di disoccupazione, per malattia o maternità cui, in realtà, non avevano diritto. Dall’attività investigativa è risultato, inoltre, secondo quanto riferiscono i Carabinieri, che una parte delle persone coinvolte nell’indagine appartengono a famiglie legate alla criminalità organizzata.
Gli indagati devono rispondere, a vario titolo, oltre che di truffa aggravata, di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e falsità in scrittura privata. L’attività investigativa è stata condotta dai Carabinieri grazie al fattivo supporto delle sedi Inps di Reggio Calabria e Crotone.
(ITALPRESS).