Palermo, Carta “Azioni di sistema per la qualità dello spazio pubblico”

PALERMO (ITALPRESS) – “Lo spazio pubblico e quello dell’abitare, i luoghi di vita, di lavoro e del tempo libero di Palermo sono in una crisi di sistema che ne sta erodendo bellezza, dignità e sicurezza, riducendone la vivibilità, con particolare criticità nel centro storico, ma con altrettanti problemi in tutti i quartieri, con diversi gradi di intensità. Davanti a una crisi di sistema servono soluzioni di sistema e non solo azioni emergenziali o rammendi. Per questo, fin dal mio insediamento, in piena sintonia con il Sindaco Roberto Lagalla ho messo in atto una serie di azioni di sistema per migliorare la qualità dello spazio pubblico e dell’abitare, obiettivo specifico di un delle mie deleghe assessoriali. Oggi posso sintetizzarle per poterne dare conto e ascoltare ulteriori indicazioni da tutti coloro che sono coinvolti nel medesimo obiettivo”.
Lo dichiara Maurizio Carta, Assessore alla rigenerazione urbana, sviluppo urbanistico della città policentrica e mobilità sostenibile a Palermo.
“A) E’ stato attivato un coordinamento sempre più stretto tra la Polizia Municipale, le altre Forze dell’Ordine e i soggetti competenti attraverso una partecipazione attiva e costante al Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza presieduto dal Prefetto e con la partecipazione del Questore, per aumentare la capacità di prevenzione, controllo e sanzione ai tutti coloro che non rispettano norme e regole della sicurezza dei luoghi e delle persone nei centri della movida. Questa attività ha permesso di intensificare i controlli estendendo i servizi dei fine settimana ad altri giorni cruciali e luoghi sensibili producendo numerose sanzioni e chiusure di locali non in regola – spiega Carta – B) Sono state emanate, e sono in corso altre, ordinanze relative alla viabilità che agevolano la pedonalizzazione di piazze e strade per evitare la commistione di usi veicolari e commerciali non più compatibili, saranno attuate ulteriori limitazioni e restrizioni per impedire la predazione di spazi pubblici e agevolare controlli e sanzioni della polizia”.
“C) con il Comandante della PM Margherita Amato abbiamo costituito la Squadra Delta 22 che agisce insieme alla RAP e ai Servizi Sociali per intervenire in maniera tempestiva in tutti quei luoghi dove il degrado produce anche fenomeni di marginalità adulta che devono essere presi in cura e avviati verso percorsi di miglioramento delle condizioni di salute e di abitare – continua Carta – D) insieme all’Assessore Forzinetti abbiamo attivato un costante dialogo con le associazioni di categoria e i comitati di quartiere o di strada per individuare le criticità e attuare soluzioni condivise. Su Piazza Magione, Piazza Caracciolo, via La Lumia, via Mariano Stabile, via Emerico Amari, via Maqueda, via Vittorio Emanuele e altre strade vi sono importanti soluzioni in corso di realizzazione con il contributo attivo dei residenti e dei commercianti che troveranno primi esiti durante le manifestazioni natalizie” prosegue.
“E) insieme all’Assessore Mineo abbiamo impresso accelerazione ai progetti di riqualificazione urbana e ambientale per la Cost Sud e per le borgate marinare a nord per procedere rapidamente all’utilizzo di fondi extracomunali che consentano la realizzazione di luoghi per l’educazione, il tempo libero, il ristoro e la balneazione che possano agevolare i processi di rinascita dei quartieri costieri di Palermo. Stiamo anche costituendo un tavolo tecnico con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale per affrontare insieme le questioni relative alla valorizzazione della costa e alla sua progettazione urbanistica.
F) Ho proposto la rimodulazione delle priorità delle nuove linee tranviarie per consentire l’accessibilità da e per i quartieri periferici e per agevolare l’interscambio con la mobilità elettrica, nonchè ho richiesto approfondimenti tecnici sulla tratta Libertà-Stazione per ridurre al minimo gli impatti sul tessuto storico. A breve sarà anche emanato un bando perchè la micromobilità elettrica possa essere sempre più integrata e completare al trasporto pubblico locale. Sempre sul tema della mobilità sostenibile ho dato avvio e condivisione pubblica allo studio di fattibilità per nuovi 80 km di piste ciclabili e per la manutenzione e miglioramento dei 50 km di quelle esistenti perchè siano sempre più una rete efficiente e sicura degli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola e non solo per il tempo libero” continua Carta.
“G) Insieme all’Assessore Cannella ho verificato lo stato di sicurezza e funzionalità dei teatri cittadini ancora chiusi (Garibaldi e Montevergini), nonchè degli spazi potenzialmente utilizzabili per attività culturali e ho indirizzato la redazione di progetti su fondi già esistenti e reperimento di nuovi fondi extracomunali per la completa agibilità e sicurezza del Teatro Massimo e del Politeama in modo da restituirli alla piena fruizione della cittadinanza e dei turisti.
Sono interventi minimali e di scala locale, in attesa delle azioni strategiche e di lungo termine, che però, tutti insieme come in una partitura musicale, compongono un sistema di azioni integrate e convergenti verso il medesimo obiettivo della riqualificazione dello spazio pubblico, sia aperto che chiuso, come componente rigenerativa della città, come presidio di legalità e piattaforma di sviluppo sostenibile. Spazi di coesistenza e di convergenza, invece che spazi di conflitto e predazione” conclude Carta.

– foto: Ufficio stampa comune di Palermo

(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com