Malta si rivolge alla Libia per salvare migranti in difficoltà

LA VALLETTA (MALTA) (ITALPRESS/MNA) – Le autorità maltesi si stanno rivolgendo alle autorità libiche per intervenire nell’assistenza ai migranti trovati in difficoltà nella zona di ricerca e soccorso maltese. Lo ha confermato l’Ong Alarm Phone a seguito di un gruppo di 35 migranti che avevano trascorso due notti in mare, dopo che le autorità maltesi hanno rifiutato di salvarli e invece hanno chiesto l’intervento delle autorità libiche. Alarm Phone ha confermato di aver allertato le autorità maltesi che i migranti stavano affrontando forti venti da nord e l’acqua stava entrando massicciamente all’interno della barca. L’Ong ha confermato che invece di salvare il gruppo di migranti, le autorità maltesi hanno chiesto alla Guardia Costiera libica di salvare il gruppo. Alarm Phone ha dichiarato che ciò costituisce un reato e che le autorità maltesi dovrebbero smettere di ignorare le richieste di assistenza e iniziare invece ad adempiere ai propri doveri. Lo scorso dicembre, il governo maltese ha trasferito l’ex direttore del carcere Alex Dalli in Libia come rappresentante speciale del governo per gli affari interni nel paese, nell’ambito dell’accordo sulla lotta all’immigrazione illegale, firmato tra Malta e la Libia nel maggio 2020. Dalli, che ha una vasta esperienza con le forze armate di Malta come pilota in missioni di ricerca e salvataggio, è stato costretto a dimettersi per la sua leadership spietata e dopo una serie di suicidi nella carcere maltese a Kordin.
– Foto xf3 –
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com