L’EUROPARLAMENTO “CHIUDE I PORTI” ALLE ONG

Il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha respinto la risoluzione sui salvataggi in mare dei migranti che chiedeva tra l’altro che i porti fossero aperti alle navi delle Ong. Il testo ha ottenuto 290 voti contrari, 288 a favore e 36 astensioni.
Esulta il leader della Lega Matteo Salvini: “Schiaffo alla maggioranza delle Poltrone Macron-Pd-5Stelle-Renzi. Vittoria della Lega e dell’Italia: non perdoniamo chi infrange le nostre leggi, vuole riempirci di clandestini e ha messo a rischio la vita dei nostri finanzieri come fatto da Carola Rackete”.
“Grazie ai voti determinanti di Forza Italia, il Parlamento europeo ha bocciato la risoluzione che equiparava forze dell’ordine e ONG nelle operazioni di soccorso nel Mediterraneo. Determinati a garantire legalità e sicurezza per i nostri cittadini”, commenta su Twitter Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia e capo delegazione del partito al Parlamento UE.
Il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci critica gli alleati di governo pentastellati: “L’astensione del M5S oggi alla risoluzione sui migranti poi bocciata dal Parlamento europeo, segnala un problema rilevantissimo. Non credo che sia possibile costruire un’alleanza con un movimento che ha una posizione sostanzialmente molto simile a Salvini su una questione determinante come quella dei salvataggi e dei soccorsi nel Mediterraneo”.
(ITALPRESS)