AMMINISTRATIVE, CENTRODESTRA SI RAFFORZA

Alle ore 23 di ieri si sono chiusi i seggi per le votazioni delle amministrative che interessavano 623 comuni. La percentuale degli elettori che si sono recati alle urne per le elezioni comunali è stata del 61,19%. Il voto interessava comunque 761 comuni totali. Infatti i dati che riguardano la Sicilia, vedono l’affluenza che è stata del 58,66%.
Il centrodestra si rafforza, il centrosinistra tiene ma è costretto ai ballottaggi in diversi comuni, mentre il M5S sembra in affanno. Il Pd riconquista Brescia dove l’uscente Emilio Delbono è stato riconfermato con il 53,86% delle preferenze avendo la meglio sul candidato del centrodestra Paola Vilardi che si ferma al 38,10% e Guido Ghidini del M5S al 5,45%.

Il centrosinistra è avanti ad Ancona, unico capoluogo di regione dove si è votato per eleggere il sindaco e il Consiglio comunale. La sindaca Pd uscente Valeria Mancinelli è in vantaggio, con il 47,86%  e se la vedrà al ballottaggio con il candidato civico sostenuto dal centrodestra Stefano Tombolini che conquista il 28,37%. A Terni il centrosinistra dice però addio a una delle sue roccaforte. Il candidato sindaco del centrodestra Leonardo Latini, è in netto vantaggio con oltre il doppio dei consensi (49,23%) sullo sfidante Paolo Angeletti (14,97%), ex dirigente del Pci sostenuto dai dem e da una civica. Possibile ballottaggio con il candidato del M5s, Thomas De Luca che è al 25,09%. Nelle città toscane il centrosinistra è in vantaggio sugli avversari, ma tutto è rimandato al secondo turno: a Siena il ballottaggio vedrà scontrarsi il sindaco uscente Bruno Valentini (Pd) e Luigi De Mossi del centrodestra. 

Per la poltrona di Massa, Alessandro Volpi sfiderà Sergio Menchini di M5s, mentre a Pisa è testa a testa tra Andrea Serfogli (Pd) e Michele Conti (centrodestra). L’ex ministro Claudio Scajola, che si è presentato con una coalizione di liste civiche di centrodestra, è primo nelle preferenze degli elettori di Imperia: al ballottaggio sfiderà Luca Lanteri, sostenuto da Lega e FdI. Centrodestra in  vantaggio a Teramo con Giandonato Morra (36%) che ha un vantaggio  di 15 punti su Gianguido D’Alberto, candidato del Pd. Marco Scaramellini, candidato di centrodestra alla poltrona di primo cittadino a Sondrio, ha preso più del 40% e al ballottaggio sfiderà Nicola Giugni del centrosinistra. A Brindisi il candidato di centrodestra Roberto Cavalera, con più del 33% delle preferenze, si batterà con Riccardo Rossi candidato del Pd.

La “rossa” Imola per la prima volta andrà al ballottaggio e lo farà con una sfida fra donne. Carmen Cappello, sostenuta dal Pd e dagli alleati, si è fermata al 42% e dovrà contendersi la poltrona di sindaco con Manuela Sangiorgi del M5S, che ha preso il 29,2%. In Sicilia erano chiamati alle urne cinque capoluoghi di provincia: Catania, Messina, Ragusa, Siracusa e Trapani. Lo spoglio procede a rilento, ma i dati sono già indicativi.  A Catania il centrodestra di Salvatore Pogliese si aggiudica già al primo turno la poltrona battendo il sindaco uscente Enzo Bianco con il 51,93% delle preferenze contro il 26,62%, dato non definitivo (294 sezioni su 336). 
A Messina è in vantaggio il candidato del centrodestra Placido Bramanti, davanti a Cateno De Luca e Saitta del centrosinisyra. Poco dietro il sindaco uscente Accorinti e il candidato del M5S Sciacca. A Ragusa è in vantaggio il candidato M5S Tringali, che precede di poco Cassì sostenuto da FdI, mentre più staccati Calabrese del centrosinistra e Tumino sostenuto da Fi. A Siracusa è avanti il candidato del centrodestra Reale, mentre a Trapani vince il centrosinistra con Giacomo Tranchida che conquista il 70,77% delle preferenze. Da segnalare Pantelleria, dove dopo lo scrutinio di 5 sezioni su 7 appare certa l’elezione del candidato sindaco del M5s Vincenzo Campo col 33,88%. Il candidato di Forza Italia, Santoro Genova, si è fermato al 29,87%.

Il voto interessava anche due Municipi a Roma: il III del Nomentano e l’VIII della Garbatella. In testa nelle preferenze i due candidati civici del centrosinistra. Nell’VIII Amedeo Ciaccheri ha vinto con il 54% dei voti seguito dal candidato di centrodestra Simone Foglio (25,3%) e il pentastellato Enrico Lupardini (13,1%). Nel III, in testa c’è Giovanni Caudo con il 42%, seguito da Francesco Maria Bova, di area Lega in corsa per il centrodestra (33,8%), e a distanza da Roberta Capoccioni del M5S con 19,1%.

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com