ZECCHINI SI RIPRENDE RECORD MONDIALE CMAS

Nella quarta e ultima giornata di gara della Caribbean Cup, in corso di svolgimento a Roatan, in Honduras, Alessia Zecchini, con l’incredibile profondità di – 112,00 m, si è ripresa oggi il Record Mondiale CMAS di Apnea in Assetto Costante con Monopinna, dopo che ieri la slovena Alenka Artnik glielo aveva soffiato con la profondità di – 111,00 m. La pluri-campionessa romana, nel giro di soli quattro giorni, ha così realizzato due Record Mondiali CMAS, visto che il 2 agosto, con la profondità di – 73,00 m, aveva conseguito quello di assetto costante senza attrezzi. Grazie a questa ennesima super prestazione, la Zecchini si conferma una volta di più, semmai ce ne fosse ancora il bisogno, la regina incontrastata degli abissi. Da segnalare anche le ottime prestazioni di Vincenzo Ferri e Chiara Rossana Obino, autori, rispettivamente, di – 109,00 e – 100,00 m, sempre nell’assetto costante con monopinna. Le performance di oggi, al pari di quelle dei giorni passati, non possono che lasciar ben sperare in vista del 4° Campionato Mondiale CMAS di Apnea Outdoor, di cui domani andrà in scena la cerimonia inaugurale. La prima gara in programma, ovvero quella di assetto costante senza attrezzi, si disputerà invece il 7 agosto.