WELFARE HUB INTESA SANPAOLO PER LE AZIENDE DI CONFAGRICOLTURA

Il Welfare hub di Intesa Sanpaolo per le aziende di Confagricoltura. È uno dei punti che costituiscono il più vasto accordo siglato tra Intesa Sanpaolo e Confagricoltura per supportare il sistema agricolo e agroalimentare italiano. L’accordo è stato sottoscritto da Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura e per Intesa Sanpaolo da Teresio Testa, responsabile della Direzione Sales & Marketing Imprese Banca dei Territori e Andrea Lecce, responsabile della Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail Banca dei Territori. L’obiettivo condiviso è quello di accompagnare le aziende su temi come la crescita, il ricambio generazionale, l’aggregazione, l’innovazione, la ricerca di nuovi mercati di sbocco, in Italia e all’estero. Il Gruppo Intesa San Paolo metterà a disposizione degli associati una struttura dedicata di supporto e consulenza, costituita da specialisti operanti su tutto il territorio nazionale in grado di accompagnarli nei loro progetti, così come nelle procedure di accesso ai fondi PSR (Programmi di sviluppo rurale) e alla contribuzione PAC (Politica agricola comune) e avvierà un percorso per semplificare le procedure di accesso al credito.
Tra i tanti punti di attenzione dell’accordo, quello sul welfare aziendale conferma la sensibilità sviluppata da Intesa San Paolo – sia all’interno della propria organizzazione, sia nello sviluppo di una piattaforma da due anni disponibile alle aziende clienti – e da Confagricoltura, che da quattro anni partecipa alla rilevazione annuale Welfare Index Pmi, per monitorare lo sviluppo dei piani di welfare nelle piccole e medie imprese italiane. Oltre alla promozione del welfare aziendale, l’accordo tra Gruppo Intesa San Paolo e Confagricoltura riguarda la valorizzazione delle filiere produttive e le reti d’impresa; il supporto alla propensione all’export e all’internazionalizzazione delle diverse filiere agroalimentari, a cominciare dal settore vitivinicolo; l’accompagnamento delle imprese nei processi di innovazione e miglioramento tecnologico; il sostegno dell’e-commerce, mettendo a disposizione un portale che promuove le eccellenze del made in Italy; il supporto alla formazione attraverso una innovativa piattaforma di e-learning (Skills4Agri) dedicata agli associati.
Nell’ambito dell’accordo, con la prospettiva di intensificare anche i rapporti a livello territoriale, Confagricoltura e Intesa Sanpaolo hanno convenuto sulla necessità di istituire un “Tavolo di confronto”, che pianifichi incontri, attività, iniziative, coinvolgendo nei rispettivi piani operativi, le rispettive articolazioni territoriali e agenzie locali. “Il tema dell’accesso al credito rappresenta, in uno scenario sempre più concorrenziale e globalizzato, uno degli elementi di maggiore preoccupazione per il tessuto produttivo agricolo italiano – ha evidenziato il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti -. In questa ottica il nuovo accordo intende non solo sviluppare nuovi business per le nostre imprese agricole, ma anche migliorare la gestione aziendale e rafforzare la loro capacità di difendere la posizione acquisita sul mercato”.
“Il nostro gruppo intende accompagnare lo sviluppo e l’innovazione delle imprese e delle filiere del settore agroalimentare consapevole che rappresenti una delle principali potenzialità del Paese – ha sottolineato Andrea Lecce, responsabile della Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa San Paolo -. Con questo accordo intendiamo mettere a disposizione una struttura specialistica appositamente dedicata e supportare, anche attraverso la formazione, il capitale umano e il ricambio generazionale”.
(ITALPRESS/WEWELFARE.IT).