Suzuki pronta a difendere i titoli mondiali in MotoGp

LOSAIL (QATAR) (ITALPRESS) – Si accendono i motori a Losail e il team Suzuki Ecstar è pronto a difendere i titoli conquistati nella passata stagione. Tornata in MotoGP nel 2015, Suzuki si appresta a disputare la settima stagione nella classe regina e lo fa detentore del titolo di squadra. Il team gareggerà con il campione del mondo in carica della MotoGP 2020, lo spagnolo Joan Mir, insieme al connazionale Alex Rins, terzo classificato nella scorsa stagione.
La GSX-RR, con motore a quattro cilindri in linea, è stata ulteriormente migliorata nelle sue prestazioni complessive per poter incontrare le necessità dei piloti. La livrea del 2021 avrà il logo dello sponsor Monster Energy. La stagione 2021 inizierà dal Gran Premio del Qatar il 28 marzo, fino ad arrivare all’ultima gara che si disputerà Valencia il 14 novembre. In tutto 19 gare che si disputeranno in 17 paesi, compreso il Gran Premio del Giappone, il 3 ottobre. Suzuki mira a difendere il titolo superando i risultati della stagione precedente: un palmares che annovera ben 11 apparizioni sul podio, tra cui due vittorie e cinque seconde posizioni.

 

Grazie alla partecipazione in MotoGP, Suzuki investirà inoltre nello sviluppo delle sue moto, al fine di risultare ancora più competitiva e scendere in pista nuovamente per salire sul gradino più alto del podio, nel contempo fornirà importanti feedback tecnici per lo sviluppo di prodotti sempre più performanti, sia in termini di prestazioni sia di piacere di guida, per soddisfare e superare le aspettative dei fans.
La GSX-RR è equipaggiata con un motore a quattro cilindri in linea in grado di erogare una grande potenza. Le straordinarie doti di flessibilità unite alla grande efficienza nelle fasi di combustione, permettono alla moto di raggiungere livelli prestazionali mai raggiunti prima d’ora. Il telaio è caratterizzato da un layout che conserva fedelmente la sua agilità, ne esalta la manovrabilità e le performance aerodinamiche, ottimizzando la robustezza ed il bilanciamento del peso. Per la stagione 2021, gli ingegneri Suzuki hanno lavorato sulla moto per esaltarne le prestazioni in curva, traendo il maggior beneficio, sia in decelerazione nell’inserimento in curva sia in accelerazione in uscita della stessa.
(ITALPRESS).