Superbike: Gp Argentina. Pirelli festeggia avvio produzione a Merlo

SAN JUAN (ARGENTINA) (ITALPRESS) – Presso il circuito di San Juan El Villicum, in Argentina, che ospita il penultimo round stagionale del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike, il turco Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) ha vinto Gara 1 portando per l’ennesima volta la sua Yamaha YZF R1 sul gradino più alto del podio. L’alfiere Yamaha ha preceduto sul traguardo il sei volte Campione del Mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) su Kawasaki, con oltre cinque secondi di vantaggio, e il ducatista Michael Ruben Rinaldi (ARUBA.IT Racing – Ducati), terzo all’arrivo. Razgatlioglu conferma così la sua leadership nella Classifica di Campionato portando a 29 punti il suo vantaggio su Jonathan Rea.
In WorldSSP trionfa il francese Jules Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6), seguito da Manuel Gonzalez (Yamaha ParkinGo Team / Yamaha YZF R6) e Can Oncu (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R). Si chiude dunque la prima giornata di gare del MOTUL WorldSBK Argentinean Round, che vede ancora aperta la lotta al titolo iridato di entrambe le classi WorldSBK e WorldSSP. E’ dall’anno 2018 che Pirelli fa tappa in Argentina con il campionato per le derivate dalla serie sul circuito di San Juan Villicum, un tracciato che oggi è diventato uno dei principali luoghi del motorsport argentino.
Per il costruttore italiano di pneumatici essere presente sul circuito di San Juan questo ottobre 2021 è particolarmente significativo: questo mese infatti Pirelli celebra ben centoundici anni di presenza in Argentina e per l’occasione inaugura la prima linea produttiva di pneumatici per moto nello stabilimento di Merlo. Pirelli diviene così l’unico produttore di pneumatici per motocicli in Argentina, ampliando ulteriormente lo stabilimento produttivo di Merlo, in provincia di Buenos Aires, e rafforzando la sua presenza strategica nel Paese.
Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) ha la partenza migliore fra tutti ed inizia la leadership di gara, alle sue spalle Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R), che però alla prima curva perde il controllo della moto ed è costretto a riprendere la corsa in ultima posizione. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) in seconda posizione a un secondo e mezzo dall’alfiere Yamaha, seguito da Axel Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R), partito dalla terza casella in griglia, e Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR).
Nel frattempo Michael Ruben Rinaldi mostra un ottimo passo e, partito dalla nona casella sulla griglia di partenza, riesce a guadagnare ben sei posizioni ottenendo prima il soprasso su Lowes ed in seguito quello su Bassani per la posizione da podio. Razgatlioglu si dimostra irraggiungibile nella seconda metà di gara, taglia il traguardo per primo con oltre cinque secondi di vantaggio su Jonathan Rea, secondo, e terzo posto per Michael Ruben Rinaldi che regala a Ducati il 980° podio in WorldSBK. Impressionante nono posto per Scott Redding che nel corso della gara riesce a risalire la crina dall’ultima posizione.
(ITALPRESS).