SI RINNOVA CON PALL.TRAPANI “UN CUORE GRANDE COSÌ”

Cinque defibrillatori semiautomatici saranno donati alle scuole trapanesi e al Comune dalla Pallacanestro Trapani e Conad, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana. È il risultato dell’iniziativa “UN CUORE GRANDE COSI'”, il progetto della Società sportiva trapanese e del Gruppo leader della grande distribuzione in Sicilia. I dispositivi vanno ad aggiungersi ai cinque donati lo scorso anno, per creare una rete di defibrillatori da dislocare in diversi punti strategici del territorio e della città. Il progetto è stato presentato questa mattina al PalaConad alla presenza del sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, dell’assessore allo sport Vincenzo Abbruscato, dell’amministratore delegato della Pallacanestro Trapani Nicolò Basciano, di Giovanni Anania, direttore marketing di Conad Sicilia e del presidente del comitato di della Croce Rossa di Trapani Salvatore Mazzeo. Dal prossimo mese, nella Scuola Umberto di Savoia (8 marzo), nella Scuola A. De Stefano (15 marzo), nell’Istituto comprensivo Giovanni XXIII (29 marzo), nella Scuola media Nunzio Nasi (5 aprile) e al Comune di Trapani (12 aprile) saranno installati dei defibrillatori in grado di riconoscere e interrompere, tramite l’erogazione di una scarica elettrica, le aritmie maligne responsabili dell’arresto cardiaco.
“Per il nostro Gruppo il sostegno alla comunità ha diverse facce di una sola medaglia: il benessere delle persone. Abbiamo quindi creduto dal primo istante in questa iniziativa – spiega Giovanni Anania, direttore marketing Conad Sicilia – e siamo felici di rinnovare la sinergia con la Pallacanestro Trapani per un progetto che va oltre la mera sponsorizzazione. Quella di oggi è la seconda tappa di un percorso virtuoso – continua Anania –  e spero che negli anni riusciremo a dotare molte scuole di defibrillatori per il primo soccorso, che assieme a personale adeguatamente formato, sono fondamentali nell’intervento dell’arresto cardiaco improvviso”.

L’amministratore delegato della Pallacanestro Trapani si è soffermato sull’impatto sociale del rapporto di collaborazione fra la Pallacanestro Trapani e Conad: “Il progetto nasce da un’idea di solidarietà che abbiamo iniziato, condiviso e proseguito con Conad. Non è limitata ad un contesto scolastico ma l’obiettivo è quello di ampliare l’iniziativa per coprire quante più porzioni di territorio cittadino. Mi auguro che l’attenzione su questo tema sia sempre costante e auspico che le strutture che riceveranno il defibrillatore, in futuro, lo gestiscano al meglio. Con Conad abbiamo iniziato un percorso intelligente, non finalizzato solo all’aspetto sportivo ma, grazie alla foresteria ed ai tanti progetti sociali che stiamo portando avanti da anni, siamo riusciti ad andare oltre: per noi questo è molto più importante della mera sponsorizzazione”.
Per tutti questi motivi, la Pallacanestro Trapani, nella persona del suo presidente Pietro Basciano e del general manager Nicolò Basciano, da sempre attenta alle dinamiche sociali, ha deciso di avviare un progetto di defibrillazione precoce all’interno delle scuole, visto che esse si rivelano particolarmente adatte allo svolgimento di iniziative per la diffusione capillare della cultura della cardio-protezione. Il fine è quello di dare un segno tangibile di come una realtà sportiva possa spendersi concretamente per la propria comunità.
(ITALPRESS).