Sedute del Consiglio regionale toscano in videoconferenza

Il Consiglio regionale si riunirà il 31 marzo in audio-videoconferenza, secondo le modalità già attivate per le sedute dell’Ufficio di presidenza e per la conferenza di programmazione dei lavori. Ad annunciare la decisione, presa all’unanimità dall’Ufficio di presidenza, è lo stesso presidente del Consiglio, Eugenio Giani. “I 41 consiglieri saranno collegati in rete, con la possibilità di presentare emendamenti o atti e di procedere alle votazioni. Lo abbiamo deciso per poter svolgere il Consiglio date le condizioni di indifferibilità e urgenza”, dovute all’emergenza sanitaria ed economica da Covid-19.
“E’ la prima volta in cinquant’anni dalla sua costituzione – aggiunge Giani – che la massima assemblea rappresentativa non si tiene con la presenza fisica dei consiglieri dai territori, ma con la possibilità di intervento e voto a distanza”. Il presidente sottoliena “l’impegno condiviso con tutte le forze politiche per discutere, confrontarsi e tracciare linee per le prospettive future nella seduta del 31” e auspica che, pur nelle diverse argomentazioni dei gruppi politici, si possa arrivare a “un ordine del giorno di indirizzo votato all’unanimità”, confermando unitarietà e compattezza nel comunicare l’interesse della Toscana.
“Fisicamente – anticipa Giani – ci sarò solo io in aula, e con me i componenti dell’Ufficio di presidenza che riterranno di esserci”. Tutti gli altri saranno collegati, secondo una modalità che “con i tempi dovuti, provvederemo a rendere più strutturata”. Insomma, conclude Giani, la seduta in modalità telematica potrebbe rendersi utile anche per “deliberazioni da assumere con urgenza senza che i consiglieri si debbano spostare dai territori” e assicurando “maggiore velocità e contenimento ambientale”.
Le modalità di svolgimento e l’ordine del giorno della seduta telematica del Consiglio saranno come sempre discusse nella conferenza di programmazione dei lavori che si terrà domani, venerdì 27 marzo, alle 12. Di ogni seduta consiliare é garantita la registrazione audio-video e la diretta streaming con collegamento sul sito istituzionale del Consiglio regionale.
(ITALPRESS).