Papa “Giochi del Mediterraneo ponte tra culture diverse”

ORANO (ALGERIA) (ITALPRESS) – “Cari amiche e cari amici sportivi, siete riuniti nel santuario di Notre-Dame de Santa Cruz per celebrare la Santa Messa, in occasione della XIX edizione dei Giochi del Mediterraneo. Mi unisco spiritualmente a voi, e con voi abbraccio la città che si stende ai piedi del monte, e tutto il Mediterraneo, con tutti i popoli che si affacciano sulle sue coste e anche le tante persone che solcano le sue acque, alla ricerca di una nuova terra di accoglienza”. Questo il messaggio di Papa Francesco, con la sua firma autografa, indirizzato all’arcivescovo di Algeri e amministratore apostolico di Orano, monsignor Jean Paul Vesco, che ieri sera ha presieduto la Messa delle Nazioni in occasione dei Giochi del Mediterraneo ospitati dalla città algerina. “I Giochi del Mediterraneo sono una testimonianza concreta di uno sport che fa da ‘pontè tra religioni e culture diverse, un ‘pontè più necessario oggi che mai, quando il Mediterrano diventa spesso un grande cimitero – si legge nel testo firmato dal Pontefice – Mentre divampano dappertutto guerre, violenze, ingiustizie, non possiamo voltare faccia”. “Lo sport autentico è fatto di gratuità, di amatorialità, di attenzione e rispetto per l’altro e perciò è anche ‘una preparazione a non cadere nella tragedià della guerra. Insieme forse non fermeremo le guerre, ma possiamo indicare la possibilità di un’umanità più fraterna. Per diventare ‘fratelli tuttì, anche lo sport fatto insieme può diventare un grande strumento”. “Ringrazio anche gli organizzatori dei Giochi del Mediterraneo per aver invitato a partecipare una piccola delegazione di Athletica Vaticana, che fa da ambasciatore del Papa in questi Giochi – prosegue il Santo Padre – Athletica Vaticana testimonia concretamente, sulle strade e in mezzo alla gente, il volto solidale dello sport, accogliendo all’interno anche giovani migranti e persone con disabilità”. Care amiche e cari amici sportivi, a voi partecipanti a questa celebrazione. Vivete lo sport come un’esperienza di unità e di solidarietà – termina il messaggio di Papa Francesco – E con questo spirito vi invito a correre, insieme, la grande corsa della vita sotto lo sguardo materno di Notre-Dame di Santa Cruz. Che Dio vi benedica!”.
– foto Image –
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com