MONS. SANCHEZ “LO SPORT GRANDE SCUOLA DI VITA”

“Lo sport è una grande scuola di vita e lo sappiamo tutti, però sappiamo anche che può essere diseducativo: basterebbe andare negli stadi di calcio in una domenica qualsiasi. La degenerazione dello sport è una cosa che bisogna contrastare continuamente”. Queste le parole del sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura, Monsignor Melchor Josè Sànchez de Toca y Alameda, intervenuto nel corso del workshop “Women, Leadership e Sport” svoltosi alla “Scuola dello Sport”, a Roma. “Lo sport è soprattutto cultura, nel senso che affonda le radici nella cultura dell’essere umano – ha spiegato il sottosegretario – Lo sport, non dobbiamo dimenticarlo, è gioco e appartiene alle caratteristiche della condizione umana. Il gioco è libertà e gratuità, non ha altre finalità. Quando dimentichiamo questa prospettiva e mettiamo al centro i risultati e i soldi stiamo stravolgendo l’attività che nasce come puramente gratuita. E al posto della persona mettiamo sempre le cose, invece deve essere sempre lo sport al servizio dell’uomo”.