Malta supera il test Moneyval dopo riforme antiriciclaggio

LA VALLETTA (ITALPRESS/MNA) – Malta ha superato la valutazione di Moneyval dopo aver affrontato le precedenti carenze nel suo regime antiriciclaggio. Il comitato di esperti antiriciclaggio del Consiglio d’Europa ha dato il suo via libera.
Nel 2019, il regime antiriciclaggio di Malta aveva fallito una revisione da parte di Moneyval. Successivamente era stato concesso poco più di un anno per affrontare una serie di carenze.
Le leggi finanziarie di Malta e la loro applicazione sono state esaminate dal Comitato di esperti per la valutazione delle misure antiriciclaggio e il finanziamento del terrorismo dall’inizio del 2018.
Da allora il governo maltese ha introdotto una serie di riforme e ha apportato modifiche a vari enti di regolamentazione. Inoltre, sono stati effettuati enormi investimenti al dipartimento della polizia responsabile contro i reati economici. Anche il dipartimento di analisi dell’intelligence finanziaria e l’autorità maltese per i servizi finanziari hanno subito un cambiamento con maggiori investimenti in risorse legali e operative.
Malta dovrà ora affrontare la Financial Action Task Force (FATF), un’organizzazione intergovernativa istituita per combattere il riciclaggio di denaro. Dall’inizio dell’anno, Malta ha iniziato a impegnarsi con la task force in vista di una visita di una settimana prevista per maggio.
Questo sviluppo potrebbe significare che Malta potrebbe eventualmente evitare di essere inserita nella “lista grigia” dal FATF.
Il rapporto di Moneyval sarà pubblicato entro la fine dell’anno.
La comunità imprenditoriale maltese ha accolto favorevolmente il fatto che il comitato di esperti antiriciclaggio del Consiglio d’Europa abbia votato a favore dell’approvazione di un rapporto finale su Malta e ha affermato che è imperativo garantire la continua osservanza delle misure antiriciclaggio assicurando al contempo che i processi adottati non impongano oneri burocratici sproporzionati al settore dei servizi finanziari.
(ITALPRESS).