Malta, nuovi piani per l’approvvigionamento energetico

LA VALLETTA (ITALPRESS/MNA) – Malta cercherà di assicurarsi i fondi europei per un gasdotto a idrogeno dopo che la Commissione Ue ha respinto la richiesta del governo laburista di ottenere 400 milioni di euro per un gasdotto che collegherebbe Malta alla rete energetica europea attraverso la Sicilia.
L’uso del gas per l’approvvigionamento energetico non è più priorità per la Commissione europea e la domanda di energia da gas dovrebbe decrescere a seguito degli obiettivi del Green Deal europeo che si concentra su forme di energia più pulite.
Miriam Dalli, ministro dell’Energia, ha affermato che “il piano del governo maltese è di presentare un gasdotto pronto per l’idrogeno che collegha l’isola al resto d’Europa”, insistendo su un mix di fonti di energia pulita.
Intanto, l’opposizione maltese ha annunciato che un futuro governo nazionalista rilancerà la richiesta di finanziamento all’UE per un gasdotto a idrogeno e prevede la creazione di
un secondo collegamento elettrico con l’Italia per migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento energetico.
(ITALPRESS).