MALTA, DISORDINI NEI CENTRI PER MIGRANTI

Circa 1.200 migranti hanno preso il controllo del centro di detenzione di Hal Far a Malta, dopo una rivolta avvenuta la notte tra il 20 e il 21 ottobre. I gravi incidenti sono gli ultimi di una serie di violente proteste organizzate da migranti detenuti in vari centri nella parte meridionale dell’isola.
I migranti si oppongono al periodo di detenzione fino a quando non vengono trasferiti in altri paesi europei. Tutti i centri di detenzione a Malta sono sotto pressione. Centinaia di migranti sono stati autorizzati dal governo maltese a sbarcare a Malta durante i mesi estivi.
Negli attacchi della scorsa notte, sono stati bruciati tutti gli uffici amministrativi con i documenti che presumibilmente contengono informazioni sull’identità dei migranti, insieme alla guardiola e a diverse auto di impiegati. Un agente di polizia è stato leggermente ferito mentre un’auto delle forze dell’ordine è stata danneggiata.
(ITALPRESS/MNA).