OROSCOPO

Cambio del medico di base per residenza

cambio medico di base per residenza

Come si fa il cambio del medico di base per residenza variata. In questa guida ti spiegherò come si fa il cambio del medico di base e del pediatra a seguito del cambio di residenza o domicilio, oppure istruzioni su come mantenere il vecchio medico.

Il cambio del medico di base è un’operazione semplice. Qui troverai tutte le informazioni sui documenti necessari per cambiare il medico di famiglia e il pediatra.

Cambio medico di base per residenza variata: dove recarsi

Per cambiare il medico di base dovrai recarti all’ASL di competenza del tuo nuovo territorio di residenza. In genere, l’ASL dispone di un CUP (centro unico prenotazioni) oppure, in modo più specifico di un Ufficio Scelta e Revoca del medico di famiglia.

Come capire qual’è la nuova ASL? Dal sito internet dell’ASL della provincia (per esempio, digitando su Google ASL Roma, ASL Milano, ASL Salerno…) potrai accedere alla sezione Distretti, da qui potrai visualizzare un elenco dei comuni, individua il tuo comune di residenza e leggi il numero corrispondete (per esempio DS 6 sta per Distretto Sanitario 6). Per sapere dove è collocato, digita sempre su google il nome e la località del distretto sanitario del tuo nuovo comune di residenza. In questo modo saprai esattamente dove recarti.

Documenti necessari

Per eseguire il cambio del medico di famiglia per cambio di residenza avrai bisogno dei seguenti documenti:

  • Autocertificazione o certificato di residenza anagrafica
  • Certificato di avvenuta cancellazione dagli elenchi della vecchia ASL
  • Tessera Sanitaria
  • Documento di riconoscimento

Con questi documenti necessari sarà possibile recarsi alla nuova ASL del nuovo comune di residenza per scegliere il medico di base.

E’ necessario recarsi personalmente?

No, in realtà per scegliere il medico di famiglia non bisogna recarsi necessariamente in prima persona, infatti se sei impossibilitato puoi presentare la domanda di cambio medico di famiglia mediante un delegato.

In pratica puoi mandare una persona di fiducia che disponga di una tua delega sottoscritta, alla quale avrai allegato la fotocopia del tuo documento di riconoscimento e la fotocopia della tessera sanitaria. Il delegato di fiducia dovrà recarsi con la sua carta d’identità e indicherà il nominativo del nuovo medico di famiglia.

Come scegliere il nuovo medico di base

Tieni presente che sul sito dell’ASL è generalmente presente un elenco dei medici di medicina generale (quindi del classico medico di famiglia) disponibili, potrai dunque scegliere il nuovo medico in piena autonomia.

Se non hai alcun “nome raccomandato” da un amico, dall’elenco è segnato non solo il nome e il cognome ma anche l’indirizzo in cui il nuovo medico di famiglia ti riceverà, puoi scegliere in base alla vicinanza geografica con la tua nuova abitazione.

Come cambiare il medico di famiglia online

Si può fare il cambio del medico di famiglia online? Sì, alcune ASL dispongono di questo servizio. Per accertartene, prova a visitare il sito dell’ASL del tuo nuovo distretto sanitario. Fai attenzione che alcune ASL concedono questo servizio solo per il cambio del medico di base a chi è già residente e iscritto agli elenchi anagrafici di quell’ASL, quindi è necessario documentarsi bene per capire se il cambio del medico di base online è disponibile per le tue esigenze.

Come cambiare residenza e mantenere il vecchio medico

Si può mantenere il vecchio medico di base anche dopo il cambio di residenza? In realtà sì! Anzi, fin quando non farai richiesta della cancellazione dai registri della tua vecchia ASL di appartenenza, tu risulterai sempre di competenza del tuo vecchio medico di famiglia. Tieni presente, però, che il medico non sarà più tenuto a fare eventuali visite domiciliari qualora il suo paziente fosse impossibilitato a raggiungere il suo studio.

Per cambiare il medico di base in modo temporaneo, ti invito a leggere le istruzioni contenute nella guida: come cambiare il medico di base.