Infrastrutture, Musumeci “Il gap del Sud? Responsabilità romane”

ROMA (ITALPRESS) – “Non ho la presunzione di dirlo adesso, voglio vedere se in questi tre anni riuscirò a fare almeno il 60% delle cose per le quali ho chiesto e ho ottenuto il consenso dei siciliani”. Lo ha detto il presidente della Regione sicilia Nello Musumeci a “L’Intervista” di Maria Latella su Sky TG24 rispondendo a una domanda su una sua possibile ricandidatura nel 2022. Secondo Musumeci “non è del tutto vero che la Regione siciliana non spende i fondi, la regione ha speso oltre quello previsto in due anni, abbiamo speso quasi 2 miliardi di euro”.
Per quanto riguarda invece le responsabilità sul gap infrastrutturale del Sud e della Sicilia in particolare “sono romane, perche’ Roma non ha avuto un serio progetto per il Mezzogiorno”. “Abbiamo avuto denaro a fiumi, è mancato un progetto, i lacci e i laccioli sulle gare d’appalto sembrano
essere fatte per non accelerare la spesa – aggiunge -. Abbiamo bisogno di deroghe alle normative vigenti, serve un piano anticiclico. Mi accontenterei di completare un’opera in tre anni. E’ indicibile il lavoro di un presidente che incalza Anas ed Rfi perchè possano realizzare i progetti”.
(ITALPRESS).