IN QUESTION TIME I ROGHI DELLA TERRA DEI FUOCHI

“Sui roghi tossici in Terra dei Fuochi abbiamo appreso al tavolo in prefettura con il ministro Costa di una tendenziale riduzione del fenomeno, ma non bisogna abbassare la guardia. Permane una situazione di potenziale pericolo. Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti non può dirsi superato”. Così il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, delegato all’Ambiente, ha risposto al question time del consigliere regionale Alfonso Longobardi (De Luca Presidente). In precedenza Bonavitacola aveva risposto ad un’altra interrogazione di Longobardi sugli interventi di manutenzione in difesa del territorio, spiegando che la Regione investe 30 milioni di fondi Fsc e che i lavori saranno affidati a Campania Ambiente e Servizi (Cas) che eseguirà anche dei sopralluoghi in loco: la prossima settimana sarà a Sant’Anastasia. Il Question Time in consiglio regionale era iniziato stamattina con un’interrogazione della consigliera Flora Beneduce (Fi) sui ritardi nella redazione del Puad, il Piano di Utilizzo delle Aree del Demanio Marittimo con finalità turistico-ricreative, e quindi della classificazione delle aree dove insistono i lidi balneari e delle relative tariffe, alla quale l’assessore Bruno Discepolo ha risposto confermando che un incontro è previsto per il 17 ottobre.

Sono seguite le interrogazioni sui crolli a Sant’Antimo dei consiglieri Armando Cesaro e Beneduce (Fi), al quale l’assessore Discepolo ha risposto che dal Comune non è ancora arrivata richiesta dei fondi regionali stanziati, grazie a un emendamento di Cesaro; della consigliere Maria Grazia Di Scala (Fi) sui controlli sulle compagnie di trasporto pubblico marittimo, alla quale ha risposto l’assessore alle Attività Produttive Antonio Marchiello, che ha assicurato un monitoraggio serrato sulle compagnie. Gli altri temi trattati hanno riguardato la Sanità, il patrimonio immobiliare e l’ambiente. Sul primo, l’assessore Marchiello ha annunciato che la prossima settimana si avranno i risultati delle indagini sull’allagamento per maltempo all’Ospedale del Mare, relazionando anche sulle sanzioni degli ultimi 3 anni per la violazione del divieto di fumo negli ospedali (su interrogazione di Francesco Emilio Borrelli dei Verdi), mentre ha sollecitato le Asl a controllare meglio il rispetto dei tetti di spesa per le prestazioni in laboratorio (su question time di Valeria Ciarambino del M5S).

Sul patrimonio l’assessore Discepolo ha riferito che dei 1600 sfratti disposti dall’Iacp nel 2016 nel Comune di Napoli non ne è stato eseguito nessuno, precisando che la responsabilità dell’esecuzione ricade in capo al Comune, mentre Marchiello ha confermato che non ci sono case demaniali regionali ad oggi occupate da familiari di ex dipendenti (interrogazioni di Borrelli dei Verdi). Per quanto riguarda l’ambiente, infine, il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, ha spiegato che le gare per la rimozione dei fanghi sono andate deserte perché sussiste una situazione monopolistica (interrogazione di Maria Muscarà del M5S), annunciando che il monitoraggio della qualità dell’aria rispetto alle polveri sottili negli dal 2008 in poi a Napoli si è intensificato e che è stato recentemente siglato un patto col Ministero dell’Ambiente per ulteriori sviluppi, per scongiurare una sanzione Ue (question time di Borrelli dei Verdi).