De Luca “In Campania bisogna vaccinare 400 mila bambini”

foto Massimo Pica

NAPOLI (ITALPRESS) – E’ stato autorizzato dall’Ema e dall’Aifa l’uso del vaccino per i bambini della fascia d’età 5-11 anni. In Campania dovremmo vaccinarne 400mila”. Lo dice il Presidente della Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo consueto appuntamento social del venerdì pomeriggio per fare il punto sull’emergenza Covid. “Lo so che è un tema di estrema delicatezza che va affrontato con equilibrio, rispetto e sensibilità. Faccio un ragionamento da padre e da nonno – spiega il governatore -: nel nostro Paese c’è stata la costruzione di un clima pesante e confuso che ha creato difficoltà nella vaccinazione per i più piccoli. L’unica obiezione che ho considerato fondata era quella relativa al numero basso di bambini su cui era sperimentato il vaccino Pfizer. Un’osservazione ragionevole e fondata. Rispondo però dicendo che oggi tutte le autorità di controllo lo considerano sicuro. Sia per la sperimentazione sia perchè è stato utilizzato per milioni di bambini nel mondo. Tre milioni negli Usa, centinaia di migliaia in Israele. Se c’è un vaccino sperimentato in maniera vastissima, senza conseguenze negative, è quello anti Covid: sono milioni i bambini immunizzati e non è successo nulla a nessuno altrimenti avremmo avuto le pagine dei giornali di tutto il mondo piene” aggiunge De Luca che ribadisce il suo ormai consueto invito ai cittadini a “non seguire più trasmissioni televisive pollaio” e “ad ascoltare solo i pediatri e le persone autorevoli”.
“Bambini immuni dal contagio? E’ un’idea profondamente sbagliata – prosegue ancora il Presidente della Campania -. I dati dell’Istituto Superiore di Sanità, quindi non quelli ottenuti parlando con i parcheggiatori abusivi, ci dicono che sono stati ricoverati 6mila bambini di questa fascia d’età, molti in terapia intensiva. Il danno alla salute dei bimbi colpiti dal Covid può essere serio e di lungo periodo. Quindi non perderei più nemmeno un minuto di tempo con i no vax, vadano al diavolo: il vaccino è ampiamente sicuro, un contagio Covid lascia dietro di sè grandi problemi e grandi incognite”. E proprio per questo motivo la Campania è pronta a partite con le vaccinazioni quando arriveranno le dosi. Ieri c’è stata la riunione dell’Unità di Crisi, domani un altro vertice con i Direttori generali e alcuni presidi che saranno invitati dalla Regione. L’idea di De Luca è quella di coinvolgere le scuole per “rendere le vaccinazioni più leggere e gradevoli” per i più piccoli.
“Possiamo stampare materiale che richiama le favole e i cartoni animati. Dare qualche piccolo gadget o regalino ai bambini, creare un clima familiare. Bisogna far vivere questa campagna come un gioco che si fa con i propri amichetti. “Dobbiamo creare un clima accogliente, ce le metteremo tutta per fare questo lavoro” chiosa il governatore che ricorda i due obiettivi fondamentali per cui bisogna completare le somministrazioni: “Cercare di non chiudere le scuole e cercare di non chiudere l’economia, soprattutto nel periodo delle feste. Questo – conclude De Luca – dipende tutto da noi”.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com