CITTÀ DELLA PIEVE E NEPI, FESTA NEL WEEKEND FUORI PORTA

Nello splendido borgo umbro in provincia di Perugia, è festa dal 13 al 23 giugno per una delle manifestazioni più attese dell’anno: l’Infiorata organizzata dai contradaioli del Terziere Casalino in omaggio al loro Patrono San Luigi Gonzaga. Il 22 e il 23 giugno si potrà ammirare il tappeto floreale di oltre 900 metri quadrati che attraverserà tutto il centro di Città della Pieve, partendo da Porta Sant’Agostino attraverso via Vannucci, fino ai piedi della Cattedrale. Ma già da questo weekend la Taverna del Barbacane – aperta tutte le sere ad eccezione del 17 e del 20 giugno – solleticherà il palato dei propri affezionati clienti con i piatti della tradizione come le “lumache al pizzico”, ovvero le chiocciole di terra servite con uno stuzzicante e segretissimo pizzico di pomodoro: una ricetta che è diventata l’emblema della taverna e che richiede un lungo lavoro di preparazione; oppure il cinghiale al dragoncello, uno spezzatino di carne di cinghiale molto ricco di aromi scelto dai palati più sofisticati, i pici, le tagliatelle, gli gnocchi e le carni cotte alla brace del camino, da sempre simbolo del punto di ristoro allestito nell’incantevole scenario degli Orti del Palazzo Vescovile. In questo tratto dell’Umbria i fiori sono colori, profumi e bellezza, ma anche un gustosissimo piatto da assaporare in modi diversi, martedì 18, alla cena “Il Gusto dei Fiori”.

Spostandosi nel Lazio, a Nepi sono in programma nel weekend i momenti finali del Palio dei Borgia, la manifestazione attraverso la quale la “città delle acque” rivive il suo glorioso passato. Come di consueto, l’evento si festeggerà anche in tavola: il 14, 15 e 16 giugno, le taverne delle quattro Contrade – Santa Croce, San Biagio, Santa Maria e La Rocca – saranno aperte e pronte a servire anche piatti tipici della cucina locale. Il 14 giugno sarà la volta di “Harmonica”, che vedrà le esibizioni dei Gruppi Musici delle quattro Contrade di Nepi e dei Gruppi Musici e Sbandieratori di altri paesi ospiti. Il giorno successivo, la Giostra dei cavalieri decreterà il vincitore dell’edizione 2019, mentre domenica 16 con il corteo storico sfileranno centinaia di figuranti lungo le vie del centro, indossando splendidi costumi, accompagnati dal ritmo dei tamburi, dallo squillare delle chiarine. Nel borgo in provincia di Viterbo   meritano una visita l’imponente Rocca dei Borgia, il sontuoso Duomo con l’interno a 5 navate, l’acquedotto settecentesco e la piazza comunale con l’omonimo palazzo progettato da Antonio da Sangallo il Giovane; senza dimenticare il Museo Civico, l’antichissima Chiesa di San Biagio, la Chiesa di San Tolomeo e le Catacombe di Santa Savinilla.

E sarò festa anche nelle Marche dove – in attesadell’Infiorata del Corpus Domini di Montefiore dell’Aso, che il 22 e il 23 giugno trasformerà il borgo in provincia di Ascoli Piceno in una splendida tela dai mille colori – Porto Recanati celebrerà il brodetto. Fino al 15 giugno oltre 20 ristoranti della cittadina di mare proporranno articolari menù basati su questo piatto, che qui si prepara senza aggiunta di pomodoro, ma l’aggiunta dello zafferano. Il Brodetto Show è una tappa del Grand Tour delle Marche, promosso da Tipicità ed ANCI, e per congedare degnamente questo tripudio di profumi e di sapori, domenica 16 giugno sarà l’istrionico Gioacchino Bonsignore – esploratore del Gusto con l’omonima rubrica del TG5 – ad accompagnare gli amanti del “mangiar bene” in un viaggio alla scoperta del pescato locale, della sapienza marinara e delle attrattive di questo tratto di costa.