Azzurri a Campli per il Mondiale Trout Area

ROMA (ITALPRESS) – A partire da quest’anno anche il Trout Area avrà il suo Mondiale. L’evento internazionale di questa nuova disciplina di pesca sportiva si svolgerà a Campli, in Abruzzo, dal 4 al 7 di novembre organizzato dalla Fipsas in collaborazione con Fipsas Sezione Provinciale di Teramo, ASD Teramo Spinning, ASD Black Eagle e ASD Fast. Questa tecnica viene effettuata esclusivamente in piccoli laghetti di pesca sportiva e prevede il rilascio immediato del pesce non appena catturato, si distingue dal classico spinning per l’impiego di esche solo dure denominate hardbait, come spoon, minnow e crank, tutte di piccolissime dimensioni. Il no kill e il rispetto del pesce sono al centro di questa disciplina di pesca, per questo sono state introdotte regole volte a far rispettare questi aspetti, come l’uso degli ami singoli senza ardiglione sugli artificiali, l’utilizzo del releaser e del guadino con maglia gommata, oltre al divieto assoluto di utilizzare esche siliconiche. Sette le nazioni partecipanti, oltre all’Italia, Lituania, Lettonia, Germania, Romania, Slovacchia e Ucraina. A Campli, giovedì, dalle ore 16.30, ci sarà la sfilata delle nazioni partecipanti lungo Corso Umberto I, per poi ritrovarsi in Piazza Vittorio Emanuele per la cerimonia d’apertura. Sarà poi il lago Vecchio Mulino di Piancarani ad ospitare da venerdì le prove e poi i due giorni di gara che proclameranno il campione del mondo individuale e per nazioni.La prima nazionale italiana di Trout Area sarà guidata dai ct Stefano Branciari e Massimiliano Pagliaricci e composta dai seguenti atleti: Lorenzo Arenare, Daniele Burchielli, Davide Francia, Pasquale Iscaro e Stefano Marin. La squadra sarà supportata da Marino Poloniato, Enzo Buchicchio e Francesco Caramaschi come staff tecnico e dai Dirigenti Federali Antonio Fusconi, Luisella Lavetto e Andrea Prestigiacomo. “Sono molto felice di ospitare la prima edizione del Campionato Mondiale Trout Area in Italia – dichiara Claudio Matteoli, presidente Fipsas – Gli atleti che si accingono a partecipare arrivano con i loro capitani, dirigenti e accompagnatori con tante aspettative che i bravi organizzatori locali della Provincia di Teramo di certo non deluderà. Il Comune di Campli e gli altri villaggi coinvolti hanno le potenzialità e le competenze necessarie per accogliere adeguatamente tutti. La provincia di Teramo e la Regione Abruzzo si estendono generalmente su un territorio che, oltre ad offrire importanti siti di pesca, beneficia di alcune delle attrattive naturalistiche, storiche, enogastronomiche e ricreative più interessanti d’Italia, che renderanno indimenticabili queste giornate sportive”. “Invitiamo tutti gli appassionati ed i semplici curiosi a venirci a trovare da giovedì pomeriggio a Campli – conclude Ivan Di Cesare del Comitato Organizzatore – Sarà una esperienza da vivere intensamente per gli appassionati, che potranno cercare di carpire i segreti dei migliori interpreti della disciplina. Per i curiosi potrà essere un modo per avvicinarsi al mondo della pesca oppure, semplicemente, assistere ad un evento che ci farà conoscere ed incontrare culture e tradizioni così diverse dalle nostre”.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com