Ateneo adotterà misure per continuità didattica

Sulla base delle disposizioni delle autorità competenti (decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 4 marzo 2020) in relazione all’emergenza Coronavirus “sono sospese fino al 15 marzo 2020 le lezioni frontali dei corsi di laurea, laurea magistrale e magistrale a ciclo unico e la didattica della formazione post universitaria. Sono esclusi dalla sospensione i corsi post universitari connessi con l’esercizio delle professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie”. Lo comunica l’Università di Roma “Tor Vergata”. L’Ateneo adotterà “ogni misura volta a garantire, laddove consentito, la continuità didattica predisponendo modalità telematiche che saranno successivamente rese note. Le strutture universitarie rimangono aperte”.
Di seguito vengono indicate modalità e procedure che riguardano le attività che si svolgono in tutte le sedi dell’Ateneo: esercitazioni pratiche, stage e tirocini sono sospesi fino al 15/03/2020, ad eccezione di tirocini in ambito sanitario post universitario; le sessioni di esame dovranno svolgersi garantendo, a cura del presidente della Commissione di esame, il rispetto delle prescrizioni di cui al DPCM del 4/03/ 2020.
In particolare: per le prove scritte dovrà essere assicurato il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, adottando, ove necessario, le conseguenti decisioni logistiche quali, ad esempio, l’utilizzo di più aule; le prove orali dovranno essere calendarizzate secondo fasce orarie preassegnate con massimo tre candidati presenti contestualmente;
anche nello svolgimento delle prove orali si raccomanda ai presidenti delle Commissioni di adottare e fare rispettare le opportune misure volte a ridurre i contatti ravvicinati garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; si raccomanda un particolare riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità.
Le sessioni di laurea dovranno svolgersi garantendo, a cura del presidente della Commissione, il rispetto delle prescrizioni di cui al DPCM del 4/03/2020. In particolare: prevedere che la sessione di laurea si articoli nella presentazione e discussione in fasce orarie preassegnate con due candidati che potranno contestualmente accedere alla seduta unitamente al relatore, ove non facente parte della commissione, e a non più di due accompagnatori per ciascun candidato; la proclamazione dovrà avvenire al termine della valutazione di ciascun candidato; nello svolgimento dell’esame finale si raccomanda ai presidenti delle Commissioni di adottare e fare rispettare le opportune misure volte a ridurre i contatti ravvicinati garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; si raccomanda un particolare riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità.
Le Biblioteche e le aule studio rimarranno regolarmente aperte nel rispetto delle misure igienico sanitarie disposte dal ministero della Salute.
Saranno sospese su richiesta dello studente e recuperate successivamente le attività per borse di collaborazione (150 ore).
Si invitano gli studenti ad utilizzare prioritariamente i servizi a distanza ed a recarsi agli sportelli solo in caso di assoluta necessità e urgenza.
Sono in corso di perfezionamento le linee guida riguardanti le modalità di svolgimento di lavoro agile di cui alla normativa vigente.
Le attività di ricerca, sia a livello di Ateneo che a livello dipartimentale e di struttura funzioneranno regolarmente. Anche i servizi tecnici ed amministrativi saranno regolari e aperti al pubblico. Si raccomanda, tuttavia, agli studenti di recarsi presso le segreterie solo se strettamente necessario per attività non rimandabili.
Si raccomanda che l’autorizzazione al personale tecnico amministrativo bibliotecario allo svolgimento di missioni in Italia e all’estero venga limitata a casi strettamente indispensabili e non rinviabili.
Le sedute degli organi collegiali, ove non rinviabili successivamente al 3 aprile 2020, dovranno svolgersi nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
Fino al 3 aprile i congressi e i convegni di qualsiasi natura organizzati in Ateneo sono sospesi. Inoltre per il personale sanitario è altresì sospeso, fino al 3 aprile 2020, lo svolgimento di meeting e riunioni di lavoro. Per il personale non sanitario se ne consiglia lo svolgimento in modalità telematica e ove non possibile si raccomanda, comunque, il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro
Le procedure concorsuali si svolgeranno adottando le opportune misure organizzative volte a ridurre i contatti ravvicinati tra i candidati e tali da garantire ai partecipanti la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra di loro.
Considerato il decreto legge n. 6 del 23 febbraio 2020 recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, in accordo con la Fondazione Policlinico Tor Vergata, ha istituito un gruppo di lavoro, presieduto dal professor Massimo Andreoni, ordinario di Malattie Infettive all’Università Roma “Tor Vergata”. Il gruppo di lavoro composto da esperti dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e della Fondazione Policlinico Tor Vergata, è attivo in Ateneo dal 24 febbraio “con il compito di analizzare l’evolversi della situazione epidemiologica da Covid -19 nel campus universitario e di proporre al rettore e al commissario straordinario del Policlinico Tor Vergata le misure più idonee da adottare”. Per aggiornamenti e maggiori informazioni consultare la pagina web dedicata sul sito di Ateneo http://coronavirus.uniroma2.it
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com