Un patto per il rilancio multiculturale di Napoli

“Napoli è una grande realtà dell’Euro-Mediterraneo”. Così il sindaco Gaetano Manfredi inaugurando, presso i saloni di Palazzo Arlotta, il forum “Cultura, Diplomazia e Sviluppo: Quale futuro per la capitale dell’Euro Mediterraneo?” organizzato dal presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale, Gennaro Famiglietti, console generale onorario della Repubblica di Bulgaria e coordinatore nazionale della Federazione dei Diplomatici e Consoli Esteri in Italia, che da 25 anni promuove i valori della cultura meridionale e della diplomazia. Famiglietti ha sottolineato l’importanza di affrontare con serietà e abnegazione il nuovo corso del governo di Napoli rivolgendosi ai rappresentanti del mondo della cultura, della diplomazia e dello sviluppo socio-economico presenti in sala: “Ringrazio sin da ora il sindaco Gaetano Manfredi per il deciso e sicuro impegno per la città di Napoli. La cultura, la diplomazia e lo sviluppo socio-economico sono temi chiave per il rilancio di una Napoli multiculturale e che diventi ancor di più un ponte per l’Euro Mediterraneo”. Famiglietti ha promosso l’idea di un patto a difesa di Napoli: “un patto dei Napoletani, per i Napoletani, che coinvolga tutti i volontari, le forze sane e produttive della città, le persone che hanno a cuore questa metropoli, coloro che la amano e che hanno idee e voglia di fare. Per fare ciò abbiamo bisogno di coinvolgere le donne e gli uomini del mondo della cultura, della diplomazia, dell’impresa, della scienza, della scuola, della formazione, delle professioni, del commercio e dello sport”. L’iniziativa è stata accolta con favore dai presenti, che hanno sottoscritto moralmente il patto, garantendo l’impegno in prima persona per tale missione. Della neo-giunta presente Edoardo Cosenza, assessore alle Infrastrutture, Mobilità e Protezione civile: “E’ importante che il governo aiuti Napoli perché la nuova amministrazione possa prendere il bivio giusto”. Manfredi ha ringraziato Famiglietti “per questa organizzazione, per quello che stai facendo e continuerai a fare, come da te evidenziato questa sfida che andiamo ad affrontare è una sfida collettiva, riguarda noi tutti, non solo l’amministrazione comunale. Il mio ruolo e quello della mia squadra è di canalizzare l’energia di tutti per rilanciare la città di Napoli. Noi Napoletani siamo bravissimi a fare cose straordinarie, ma dobbiamo ancora imparare a fare le cose normali. In questo senso la cultura e la diplomazia hanno un ruolo fondamentale, per questo voglio sensibilizzare il gruppo consolare e diplomatico a creare una vera sinergia con la squadra di governo”.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com