SUBARU FORESTER E-BOXER. NUOVA ERA, STESSI VALORI

Nuova era, stessi valori. Una logica, ben lungi dall’essere “gattopardesca”, secondo la quale occorre “cambiare tutto perché nulla cambi”, che invece vuole affermare la validita’ di alcuni principi, ormai consolidati, nel quadro, però, di un cambiamento epocale. Anzi, per usare un’espressione cara alla comunicazione della casa, “un salto quantico”.
Con questi presupposti Subaru presenta la versione numero cinque di Forester. Un prodotto che costituisce una pietra miliare del brand e che, dopo 22 anni di positiva esperienza, segue la strada definitiva della “ibridizzazione”. Una strada che Subaru decide di percorrere in maniera indipendente, smarcandosi da Toyota. Nasce, quindi, Forester e-Boxer, ibrido della casa delle Pleiadi che non rinuncia al marchio di fabbrica Subaru, che è quello della trazione integrale, così come vuole proseguire nel solco che dice: sicurezza, divertimento e durata nel tempo.
Si sceglie, pertanto, di non snaturare la dinamica di un prodotto che ha prodotto finora degli ottimi risultati e che vuole continuare a fornirne degli altri. La versione è completamente rivista in ogni suo dettaglio, che si propone ad un pubblico differente da quello precedente (anche più giovane, anche per via dell’ibrido). La vettura si presenta con indiscutibili doti dinamiche, capace di muoversi disinvoltamente su terreni a bassa aderenza o fuoristrada, in grado di trasportare confortevolmente 5 passeggeri, con un vano di carico adeguato a caricare tutti i loro bagagli. Una macchina polifunzionale e trasversale per qualsiasi tipo di utilizzo. Un prodotto al quale la casa madre ha riservato particolare attenzione nella scelta dei materiali. Per la nuova Forester e-boxer, Subaru ha scelto di utilizzare il suo motore Boxer a benzina FB20, opportunamente ottimizzato in termini di consumi di carburante, modificato per essere impiegato esclusivamente sui modelli ibridi.
Si tratta di un motore Boxer 4 cilindri da 2 litri di cilindrata, ad iniezione diretta, aspirato, conforme alla normativa Euro6d-TEMP. Eroga una potenza massima di 110 kW (150 CV) tra i 5600 e i 6000 giri/min e dispone di una coppia di 194 Nm a 4000 giri/min. L’unità elettrica è costituita da un motore trifase, sincrono, a magneti permanenti, eroga una potenza di 12,3 kW (16.7 CV) ed una coppia di 65 Nm ed è installato longitudinalmente all’interno della scatola del cambio Hybrid Lineartronic. È capace di garantire 1,6 km a 40 all’ora, con sola propulsione elettrica. Le batterie sono del tipo agli ioni di litio con una potenza massima di 13,5 kW. Capitolo sicurezza. Alle funzioni già presenti nel sistema EyeSight, qui in versione v3, sono stati aggiunti ulteriori equipaggiamenti volti ad aumentare ulteriormente il livello di sicurezza attiva e preventiva, contribuendo a diminuire il carico di stress del pilota, che può concentrare la sua attenzione alla guida, godendo appieno delle sue qualità dinamiche, rendendo il viaggio sicuro e divertente.
È presto per parlare di obiettivi di mercato in Europa. Per quel che riguarda l’Italia, invece, un risultato soddisfacente sarebbe quello di piazzare 700 vetture. Numeri ritenuti importanti, dal momento che Forester è sempre stato un prodotto importante all’interno della gamma Subaru. Tutto, però, e’ subordinato al fatto che casa madre accetti le richieste che arrivano dall’Italia di aumentare di unità. La Subaru Forester e-Boxer viene commercializzata nei tre allestimenti Free, Style e Premium, con sette colori disponibili. I prezzi vanno da 35.500 e 43 mila euro. Interessante la garanzia dell’ibrido, che casa madre assicura per 8 anni o 160 mila chilometri.
(ITALPRESS).