Solinas, ok Corte Conti ad adeguamento indennità agenti forestali

CHRISTIAN SOLINAS, GOVERNATORE DELLA SARDEGNA

CAGLIARI (ITALPRESS) – “Il giusto riconoscimento al valore dei nostri agenti e alla preziosa opera quotidiana che svolgono al servizio della sicurezza dei cittadini e della salvaguardia dell’ambiente”. Il Presidente della Regione Christian Solinas commenta con soddisfazione la certificazione della legittimità, da parte della Corte dei Conti, dell’ipotesi di accordo siglato dal Coran e dall’unanimità delle sigle sindacali, riguardante l’aumento dell’assegno di funzione del personale del Cfva (Corpo forestale e di vigilanza ambientale), per l’adeguamento all’importo percepito dalle Forze di Polizia. “Era un risultato atteso da anni – sottolinea il presidente Solinas – e legittimamente sollecitato”. La decisione di sostenere la lunga battaglia condotta dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale per ottenere questo giusto riconoscimento è cominciata dall’approvazione della legge regionale n. 4 del 27.2.2020, con la quale il Consiglio regionale ha previsto la creazione di un’area di contrattazione separata per il Cfva, riconoscendo le peculiarità che caratterizzano il lavoro svolto dal Corpo.
Con le leggi successive n. 30 e n. 32 del 2020, il Consiglio ha individuato le risorse con le quali ha garantito la copertura finanziaria al suddetto adeguamento, norme fatte proprie dalla Giunta regionale che, con la delibera n. 7/36 del 27.02.2020, ha espresso gli indirizzi per la contrattazione, dando assoluta priorità all’adeguamento dell’assegno di funzione del Corpo. Il Presidente Solinas e la Giunta hanno dunque riconosciuto l’urgenza di superare un’ingiustizia troppo a lungo subita dal Corpo Forestale che, pur svolgendo le medesime funzioni degli altri corpi di polizia, riceveva un riconoscimento economico di gran lunga inferiore. Soddisfazione viene espressa anche dall’Assessore regionale al personale Valeria Satta: “fin dal mio insediamento – dice l’esponente della giunta – ho sentito la necessità che venisse superata l’ingiustizia subita dal Corpo, che non aveva il giusto riconoscimento per il prezioso lavoro svolto”. “Abbiamo lavorato tanto per valorizzare il suo operato con una contrattazione separata ispirata alla specificità delle sue funzioni e nell’immediato con l’adeguando del trattamento economico a quello delle altre forze di polizia”, aggiunge Satta. Un apprezzamento per il lavoro collegiale che ha portato al conseguimento del risultato viene espresso anche dall’assessore all’Ambiente Gianni Lampis.
(ITALPRESS).