Solidarietà, fondi per 4,7 mln nei bandi per il volontariato in Veneto

VENEZIA (ITALPRESS) – Due bandi rivolti al mondo della volontariato per mobilitare la rete della solidarietà di fronte ai nuovi bisogni sociali creati dalla pandemia. L’avviso pubblico della Regione Veneto è rivolto alle 2.500 organizzazioni di volontariato e alle oltre 1.500 associazioni di promozione sociale presenti nel territorio regionale invitandole a presentare iniziative e progetti che saranno sostenuti da contributi pubblici fino al 70-80 per cento della spesa sostenuta. “Anche il mondo del volontariato è stato investito dall’emergenza sanitaria, economica e sociale causata dalla pandemia. Molte iniziative e progetti si sono arrestati, ma la rete della solidarietà non si è mai fermata – osserva l’assessore regionale alla Sanità e al Sociale Manuela Lanzarin – La Regione ha deciso pertanto di investire le risorse del Fondo nazionale per le politiche sociali assegnate al Veneto per il terzo settore, pari a quasi 5 milioni di euro, per sostenere le associazioni e le organizzazioni che svolgono attività di interesse generale”. Il totale delle risorse messe a bando ammonta a 4.764.358 euro. Gli enti del terzo settore (organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale iscritte al registro regionale o nazionale) potranno concorrere ai contributi presentando, in alternativa: iniziative volte ad fronteggiare l’emergenza sanitaria attuate o da attuare nel periodo 24 febbraio – 31 dicembre 2020. Le domande, da presentarsi entro il 31 luglio, dovranno specificare l’iniziativa e il relativo piano finanziario (compreso tra 5 e 30 mila euro). La Regione li cofinanzierà fino ad un massimo di 21 mila euro per singola iniziativa, impegnando complessivamente 2.087.864 euro; progetti a rilevanza regionale, che si dovranno protrarre per tutto il 2021 e che potranno essere presentati singolarmente o in partenariato, con un piano finanziario di spesa fino a 50 mila euro. In questo caso il contributo, che conta su una dote complessiva di 2.676.494 euro, potrà arrivare fino all’80 percento della spesa sostenuta. Il termine di scadenza delle domande è fissato al 10 settembre 2020.
(ITALPRESS).