SETTIMANA DELLA SCIENZA E NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI

Dal 22 al 29 settembre torna la Settimana della Scienza che culminerà venerdì 28 con la Notte Europea dei Ricercatori 2018, organizzata da Frascati Scienza e che coinvolge più di 60 partner, tra cui l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.
“Le iniziative da vivere quest’anno con i ricercatori di ogni scienza – si legge nella nota – vanno dai temi della salute (vaccini, rischi pandemie, zanzare, farmaci e antibiotici) a quelli dell’ingegneria (vulnerabilità delle città ai terremoti), e dell’ambiente (biodiversità, ecosistemi, plastiche, diete varie, diete mediterranee, grassi e diete che proteggono, produzioni sostenibili, alghe speciali); dalla chimica allo spazio, dalla biologia alla musica, dalla matematica alla genetica, fino ad arrivare all’arte e pure all’amore.
Si attraversa lo spaziotempo partendo dal passato (scienza per la preistoria, l’archeologia, l’arte, l’architettura), passando per il presente (fake news, internet, smartphone, cyberterrorismo industriale e in ospedale, cyberbullismo, e cybersecurity, social network, robot in medicina e anche a scuola) e arrivando fino al futuro (con le sfide mediche e tecnologiche, quelle della fisica, dell’astrofisica, della sostenibilità)”.

“Si gioca con la matematica, la linguistica, la finanza e la statistica, passando per la biologia, l’entomologia, la geologia, surfando tra algebra, onde sonore, onde gravitazionali e coefficienti di drag, indagando sulle scienze di Star Wars, saltando su elettroni, protoni e anche neuroni, e osservando da vicino virus letali e insetti preziosi, alieni e particelle nucleari – prosegue la nota – Esperimenti, incontri con i ricercatori, conferenze a tema, presentazioni di libri, quiz, aperitivi scientifici e molto altro ancora: un modo per avvicinarsi e conoscere il mondo della ricerca e i ricercatori, persone ordinarie con un lavoro straordinario”.