Salvini “Idee chiare, a breve squadra in Calabria”

MATTEO SALVINI POLITICO

“Non c’è ancora il Consiglio regionale insediato e la convalida degli eletti, quindi aspettiamo la settimana prossima per sapere chi sono i consiglieri regionali, poi conto che entro breve tempo ci sia la squadra. Abbiamo le idee chiare”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, incontrando i giornalisti a Reggio Calabria, in riferimento alla prossima Giunta regionale.
“Secondo me – ha continuato rispondendo ad alcune domande – bisogna cambiare lo statuto perché l’assessore faccia l’assessore e il consigliere faccia il consigliere. C’è l’esempio della Regione Lombardia che secondo me funziona: chi fa l’assessore si sospende da consigliere e in caso non faccia più l’assessore torna a fare il consigliere. Chi è in giunta deve occuparsi della giunta. Fare entrambe le cose non è produttivo”. Lo statuto? “Se uno lo vuole cambiare lo cambia in fretta”, ha concluso.

“Non è possibile avere ottanta milioni già spesi e fermi, con una città che aspetta da quindici anni il nuovo tribunale. È evidente che bisogna correre” continua Salvini visitando il cantiere del nuovo Palazzo di Giustizia a Reggio Calabria, un’opera avviata da anni e ancora incompiuta.
“Il problema – ha continuato Salvini – è che quando i lavori ricominceranno, una struttura ferma da dieci anni deve già essere rivista prima ancora di essere inaugurata. Al di là del fatto che chi ha sbagliato mi auguro che paghi, il nostro impegno sia in Regione che in Comune sarà di concludere il prima possibile i lavori e poi andare a vedere chi ha sbagliato”, ha aggiunto. Prima di visitare il cantiere, il leader della Lega ha incontrato i pescatori di Bagnara Calabra. “Uno dei responsabili – ha spiegato – mi ha detto che la settimana scorsa desiderava essere inglese perché le normative, le quote tonno, le quote spada, la larghezza delle maglie rendono impossibile fare il mestiere del pescatore. Come Regione cercheremo di andare in Europa a portare avanti una battaglia per tagliare un po’ di burocrazia e permettere ai pescatori di pescare e agli agricoltori di fare agricoltura, perché ci sono regole europee che stanno massacrando la pesca e l’agricoltura”.

“A Bagnara – ha detto ancora parlando con i giornalisti al nuovo palazzo di Giustizia – ho incontrato pescatori che non vengono messi in condizioni di pescare. Qui invece ci sono avvocati, giudici, lavoratori che non vengono messi in condizione di amministrare la giustizia. Quindici anni mi sembrano troppi per ultimare i lavori. Ho incontrato ieri la nuova presidente della Regione Santelli. Si cominci a lavorare il prima possibile”.
Sulle prossime elezioni amministrative, Salvini ha ribadito: “A Reggio ci saranno le elezioni comunali che daranno un’altra inversione di tendenza, un cambiamento positivo. Per la prima volta a Reggio Calabria ci sarà la lista della Lega. Mi piacerebbe che anche il candidato o la candidata fossero indicati dal centrodestra compatto. Scegliamo in base alla bravura – ha detto – e penso che la Lega abbia tante persone su cui poter contare”.
Per la Calabria, “il lavoro è davanti a tutto. Agricoltura, pesca e turismo sono l’oro della Calabria, quindi ci piacerebbe metterci l’esperienza che la Lega ha in altre regioni italiane. Non vedo l’ora di cominciare. Sulla sanità – ha aggiunto -, c’è un buco da tre miliardi, un commissariamento che va avanti da anni, reparti chiusi e strumenti inutilizzati da troppo tempo. Quella della regione Calabria è una sfida che mi appassiona. Ci tornerò spesso”.
(ITALPRESS).