OROSCOPO

Pignoramento pensione: cos’è e come funziona

Pignoramento pensione

Pignoramento pensione: limiti e calcolo della somma che si può pignorare sulla pensione. Dalla pensione minima alle pensioni che superano i 1000 euro. Come funziona il pignoramento della pensione.

Nell’articolo dedicato ai beni pignorabili e non pignorabili, tra i crediti soggetti al pignoramento, abbiamo annoverato anche la pensione. Il pignoramento della pensione rientra nel cosiddetto “pignoramento verso terzi”, insieme al pignoramento dello stipendio, del Trattamento di Fine Rapporto o del pignoramento di un canone di locazione percepito per un eventuale locale in affitto intestato al debitore. Il pignoramento della pensione, però, può verificarsi entro determinati limiti.

Pignoramento pensione: come funziona?

Il creditore, al fine di recuperare il suo credito, può rivolgersi al giudice per ottenere un decreto ingiuntivo nei confronti del debitore. Il debitore riceverà una notifica dell’atto di precetto, una lettera di sollecito di pagamento entro 10 giorni dalla notifica ovvero prima che che il decreto ingiuntivo diventi esecutivo con l’esportazione dei beni pignorabili (quindi, stipendio o pensione).

Se, trascorsi i 10 giorni, il debitore non ha pagato, il creditore avrà diritto a richiedere la notifica di pignoramento sia al debitore che a un terzo soggetto. Questa procedura viene detta pignoramento presso terzi proprio per questo motivo. Nel caso della pensione, il “terzo soggetto” è l’INPS o l’ente pensionistico che corrisponde la mensilità al pensionato.

Come premesso, il “terzo soggetto” può essere anche un affittuario che paga al debitore un canone di locazione o il suo datore di lavoro.

L’Inps o altro ente pensionistico, una volta ricevuto l’atto formale di pignoramento pensione, disporrà il blocco della somma dovuta così come da disposizione del giudice, fino al risanamento del debito.

Pignoramento pensione, limiti

limiti entro cui può essere pignorata la pensione sono stati recentemente cambiati per effetto del Dl 83/2015 recante “Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria”.

Il pignoramento della pensione INPS (o altro ente) da parte dell’Agenzia delle Entrate e delle Riscossioni, non può superare determinati limiti impignorabili che corrispondono a:

  • di 1/10 per importi fino a 2500 euro;
  • di 1/7 per importi compresi tra i 2500 ed i 5000 euro.
  • di 1/5, invece, per importi superiori ai 5000 euro.

Pignoramento pensione: importo massimo pignorabile

Come è chiaro, l’importo massimo pignorabile dipende dall’entità della pensione percepita. A mettere in chiaro le cose è l’art. 13 d.l. 27 giugno 2015 con il nuovo comma all’articolo 545 c.pc. che prevede:

“le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente alla misura massima mensile dell’assegno sociale, aumentato della metà.

La parte eccedente tale ammontare è pignorabile nei limiti previsti dal terzo, quarto e quinto comma nonché dalle speciali disposizioni di legge.”

Questo comma introduce nuovi limiti al pignoramento della pensione pari a una volta e mezzo la misura dell’assegno sociale. Superata questa soglia, la pensione diventa pignorabile nei limiti del quinto (cessione del quinto).

Calcolo pignoramento pensione INPS

Facciamo un esempio per capire l’ammontare del pignoramento stando al comma citato. Per il pignoramento pensione il limite è corrisponde all’importo minimo dell’assegno sociale + il 50% dell’assegno sociale stesso.

Per cui, se l’importo dell’assegno sociale è pari a 448 euro, il nuovo limite pignoramento pensione è pari a 448 + (50% di 448 =224) = 672 euro. Se il debitore percepisce una pensione di 1.000 euro al mese, il creditore potrà trattenersi 1/5  della parte eccedente al minimo vitale. Il minimo vitale è 672 euro.

Quindi, 1000 – 672 euro = 328 euro. Il creditore potrà trattenersi solo 1/5 di 328 euro, cioè 65,6 euro.

Si può pignorare una pensione già pignorata?

Sì, sempre che non si superano determinati limiti.

Pensione non pignorabile

Al contrario del pignoramento immobiliare che si può applicare in qualsiasi circostanza, vi sono alcune pensioni che non sono soggette al pignoramento. Le pensioni non pignorabili sono:

  • Assegno sociale (anche detto pensione minima)
  • Pensione di invalidità totale
  • Pensione di accompagnamento

Potrebbe essere utile: pignoramento conto corrente