OROSCOPO

Come bloccare un pagamento con Postepay

bloccare pagamento postepay

Come bloccare un pagamento con Postepay: l’iter da seguire dopo che si è accertati che la somma è stata sottratta in modo fraudolento. Alcune raccomandazioni utili prima di effettuare una transazione per evitare di essere truffati.

Internet non è solo socialnetwork  è anche un mezzo per poter fare degli acquisti stando seduti comodamente a casa. Abiti, scarpe, telefonini, elettrodomestici… ormai tutto è reperibile attraverso il web: basta qualche click, una carta di credito per ricevere a casa l’ultimo iPhone di grido e magari a prezzi scontatissimi.

Per effettuare, dunque, una transazione finanziaria, ci serve la carta di credito (o carta di debito) e a questo punto è doveroso porci una domanda: e se l’acquisto si rivelasse una truffa? Tantissime infatti sono le truffe a cui molti sventurati vanno incontro: si acquista, si utilizza la carta ma la merce non arriva. Vediamo come attivarsi se si tratta di un pagamento non andato a buon fine fatto con Postepay.

Come bloccare un pagamento con Postepay

Se avete  fatto un acquisto su internet con l’impiego della carta Postepay,  senza però aver ricevuto la merce, bisogna essere tempestivi nel  bloccare il pagamento. Per questo tipo di operazione esistono delle linee guida da seguire, a tal proposito vi spiegheremo  in maniera dettagliata come bloccare un pagamento con Postepay.

A questo punto, poiché si tratta di una truffa, è necessario agire così da non perdere i soldi: è bene precisare che Postepay non rappresenta in linea di massima un metodo di pagamento sicuro, dato che le transazioni non vengono  monitorate in maniera accurata dall’azienda che gestisce il servizio. Ecco perché le truffe si estendono notevolmente! Insomma, la Postepay è tra le preferite di coloro che intendono truffare.

Purtroppo una volta fatto il pagamento è difficile ottenere i soldi indietro: l’operazione non può essere bloccata dato che l’accredito è immediato e l’individuo preleva subito l’importo facendo sparire ogni traccia della transazione.

Cosa fare? Non vi resta che fare la denuncia presso la polizia postale, l’unica autorità che può indagare e individuare il truffatore in quanto specializzata nel contrastare le truffe telematiche.

Nel frattempo, è importante recarsi presso l’ufficio postale e bloccare immediatamente la carta, per poi agire con un altro tipo di azione per cercare di recuperare l’importo rivelatosi fraudolento. 

Dopo che si è accertati di essere stati truffati, si potrà rivolgersi alle Poste Italiane, attraverso il portale online, per aprire ufficialmente una contestazione del pagamento. 

E’ consigliabile farlo anche tramite raccomandata, basta recapitarla al seguente indirizzo: Poste Italiane – BancoPosta; Direzione Operazioni, Viale Europa n. 175; 00144 Roma.

In caso di esito positivo bisogna comunque tener presente che i tempi per il riaccredito della somma sottratta in modo fraudolento sono abbastanza lunghi;  in genere si aggirano intorno ad un mese o 40 giorni.  

Come contattare Postepay

Per seguire l’iter della pratica aperta, è possibile contattare il numero verde messo a disposizione dall’azienda postale (803160): è operativo dal lunedì al sabato, dalle ore 08:00 alle ore 20:00.

Nota Bene: non prestate mai a nessuno la vostra carta di credito

Come bloccare un pagamento con Postepay, raccomandazioni utili

Diffidate delle comunicazioni tramite email, sono molti i tentativi di phishing atti a “rubare” i dati sensibili della carta di debito. Le scuse più comuni sono quelle che segnalano attività irregolari sul conto Postepay o l’impossibilità di usare la carta, quindi evitate di inserire i dati sensibili della carta su portali che sono affidabili solo in apparenza. Per proteggervi da phishing fate riferimento solo al portale ufficiale di Poste Italiane poste.it