Innovazione, Rosolen-Bini “FVG sede top per lavoratori digitali”

Da destra l'assessore Rosolen, il country manager Airbnb Giacomo Trovato, l'assessore Bini e la direttrice generale di Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa Lydia Alessio-Vernì

TRIESTE (ITALPRESS) – “Un sistema regionale sempre più attrattivo che con questa iniziativa diventerà uno dei venti punti di riferimento al mondo per i nomadi digitali, ovvero quelle persone che lavorando da remoto hanno la possibilità di scegliersi la località più attrattiva e congeniale alle loro esigenze in termini di qualità della vita”. Lo hanno dichiarato a Trieste gli assessori regionali Alessia Rosolen (Lavoro) e Sergio Emidio Bini (Attività produttive e turismo) presentando l’adesione del Friuli Venezia Giulia alla campagna “Vivi e lavora ovunque” di Airbnb, supportata anche dal Ministero per lo Sviluppo economico e da Invitalia. Come hanno spiegato gli esponenti della Giunta “questa importante opportunità per il Friuli Venezia Giulia nasce dai contatti di Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa con il Ministero dello Sviluppo Economico e con Invitalia, instaurati nell’ambito dell’attività di attrazione investimenti che, in misura sempre maggiore, si delinea come una strategia strettamente correlata all’attrazione di talenti”.
L’assessore Rosolen ha ricordato l’indagine sulle migrazioni interne de Il Sole 24 Ore che registra il Friuli Venezia Giulia come la regione complessivamente più attrattiva d’Italia, che rappresenta “un sistema aperto ad ogni forma di innovazione dell’organizzazione e delle modalità di lavoro, ponendo particolare attenzione alla qualità della vita, alla conciliazione vita-lavoro e all’impatto sociale delle attività di impresa sul territorio e nelle comunità”. “Proprio per questi motivi – ha detto ancora Rosolen – ad ottobre sarà ospitato il primo forum delle società benefit e, in tale contesto, ci fa enorme piacere essere stati selezionati tra le destinazioni mondiali più desiderabili per i lavoratori da remoto nel quadro di questo progetto di Airbnb”.
Da parte sua l’assessore Bini ha rimarcato come il Friuli Venezia Giulia sia una regione che con i fatti sta dimostrando di essere sempre più ricercata dai turisti e dalle imprese. “Questo perchè sono state attuate delle scelte e delle politiche da parte dell’Amministrazione regionale finalizzate al fatto che, per una somma di situazioni, sia conveniente venire in Friuli Venezia Giulia. Inoltre, segnando un cambio di passo rispetto al passato, siamo riusciti a innestare un processo di collaborazione a livello sistemico con tutti gli attori, pubblici e privati, che ci sta consentendo di conseguire importanti obiettivi come quello di oggi”. “Essendo il Fvg una della 20 sedi mondiali individuate da questa iniziativa, la collaborazione con Airbnb – ha aggiunto Bini – ci permetterà di fare ulteriormente conoscere a livello internazionale la nostra regione”. Infine il Country manager per Italia e Sud Est Europa di Airbnb, Giacomo Trovato, ha ringraziato la Regione perchè, prima delle altre, ha dimostrato di avere la giusta mentalità di fronte a un fenomeno destinato a svilupparsi sempre più nel futuro.

foto: ufficio stampa Regione Friuli Venezia Giulia

(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com