In Portogallo debutto pneumatici Scorpion KX WRC Gravel

MILANO (ITALPRESS) – Il Rally del Portogallo, che quest’anno festeggia la sua 50a edizione, è il primo evento gravel della stagione 2022 del Campionato del Mondo FIA Rally e il primo per le nuove vetture ibride Rally1 di quest’anno, con Pirelli che introduce la sua gamma aggiornata di pneumatici da ghiaia Scorpion KX WRC, su misura per le esigenze della categoria TOP.
Il Portogallo presenta strade sterrate veloci e tecniche con una superficie inizialmente morbida e sabbiosa che offre poca aderenza per i primi corridori e che può degradarsi rapidamente e poi esporre la dura base sottostante con rocce e pietre taglienti. Gli pneumatici devono essere versatili per offrire prestazioni e durata e le strategie spesso variano tra il primo e il secondo passaggio delle fasi. Le condizioni meteo potrebbero riservare qualche sorpresa e rendere più complicate le strategie di gara. In questo contesto, le gomme da bagnato potrebbero svolgere un ruolo fondamentale tanto quanto le gomme da asciutto.
Lo pneumatico gravel rally Pirelli per la categoria top è disponibile in due mescole, entrambe aggiornate per la stagione 2022 con strutture rinforzate e un design ottimizzato per il peso extra e la coppia delle ultime vetture Rally1. Per il Portogallo, l’hard HA è la scelta principale che offre durata per le superfici più abrasive, con la Soft SA come alternativa e che fornisce prestazioni ottimali in condizioni più fresche o umide.
“Come primo rally su ghiaia della stagione, il Portogallo sarà un grande test per i team e le loro nuove vetture, la prima occasione per vedere come si confrontano sulla superficie più comune del WRC – l’analisi di Terenzio Testoni, responsabile attività rally -. E’ anche la prima opportunità per utilizzare le nuove mescole HA e SA dei nostri pneumatici Scorpion KX WRC, che combinano ciò che abbiamo imparato durante la nostra prima stagione nel WRC dello scorso anno, con le caratteristiche speciali richieste dalle ultime vetture Rally1. La mescola dura è la scelta principale qui in Portogallo, ma possiamo anche aspettarci che la morbida sia utilizzata per il primo passaggio delle prove, soprattutto se piove. Possibili un’ampia gamma di condizioni meteorologiche e di superficie e questo dovrebbe fornire un buon test a 360 gradi per le gomme”.
Pirelli porterà in Portogallo circa 2400 pneumatici, di cui 520 per la classe regina delle vetture Rally1. Ogni pilota di Rally1 può utilizzare fino a 28 pneumatici durante il rally, incluso lo shakedown.
– Foto ufficio stampa Pirelli –
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com