IL MINI CHALLENGE 2019 SI APRE A MONZA NEL SEGNO DEI CAMPIONI

Ha preso il via il campionato Mini Challenge 2019, che nel weekend del 6 e 7 aprile ha visto 22 auto in griglia e 26 piloti in gara, supportati da 8 team e 19 concessionari Mini, che hanno scelto di investire nel campionato monomarca, per contribuire al successo della sua formula vincente. Sul circuito di Monza due gare piene di colpi di scena hanno incoronato i primi due vincitori stagionali, due “vecchie” conoscenze della serie monomarca targata Mini che hanno fatto valere la propria esperienza nel Tempio della Velocità. In gara 1 è stato il laziale Ivan Tramontozzi ad agguantare la vittoria nella categoria Mini John Cooper Works Challenge Pro, in una gara senza sbavature. Il pilota di Turbosport & Autoclub by AC Racing Technology ha subito la voce grossa, approfittando di un errore di Sandrucci nelle prime fasi di gara e prendendo il largo senza mai essere impensierito dai suoi diretti inseguitori. Sotto la bandiera a scacchi, il driver di Priverno, ha preceduto Paolo Maria Silvestrini (Emmeauto by Melatini Racing) e Gabriele Torelli (MINI Milano by Progetto E20).
Ai piedi del podio, ma assoluto protagonista della gara inaugurale, Filippo Maria Zanin (L’Automobile by Progetto E20), bravo a non farsi trovare impreparato su una pista insidiosa a causa della pioggia ad intermittenza che ha accompagnato la prima gara stagionale. Nonostante l’errore iniziale Gustavo Sandrucci è comunque quinto con la Mini John Cooper Works Challenge Pro di Maldarizzi Automotive by Melatini Racing. In gara 2 arriva subito la risposta del numero 1 del Mini Challenge 2018. Gustavo Sandrucci, scattato dalla seconda fila, approfitta del contatto in Variante Ascari tra Maurizio Losi, compagno di Tramontozzi sulla vettura di Turbosport & Autoclub by AC Racing Technology e “Micio”, sulla Mini di Sarma by Progetto E20. Sandrucci incrementa il vantaggio su Torelli, sempre tra i più combattivi in pista ed Alessio Alcidi, una vera e propria colonna portante del Mini Challenge sulla vettura di Mini Roma by CAAL Racing. I tre “congelano” le proprie posizioni fino al traguardo e festeggiano sul podio della categoria Mini John Cooper Works Challenge Pro con Sandrucci che balza subito in testa alla classifica generale inseguito da Torelli e Silvestrini ad una sola lunghezza di distacco.
A completare la top 5 di gara 2 proprio Paolo Maria Silvestrini (Emmeauto by Melatini Racing) e Roberto Gentili (M.Car by AC Racing Technology). Buone prestazioni anche per Tobia Zarpellon, sesto e settimo nelle due gare con la vettura di Ceccato Motors by C.Z. Bassano R.T. e Federico Alberti (Progetto E20) sempre in top 10, mentre dopo la sfortuna di gara 1, Gabriele Giorgi (Autoeur Brandini by Progetto E20) riesce ad ottenere un buon settimo posto, scattando dall’ultima posizione, in gara 2. Nella categoria Mini John Cooper Works Challenge Lite sono scesi in pista in questo primo week end di gara 3 giovani promesse tra i 16 e 17 anni: Filippo Bencivenni (AD Motor by CAAL Racing), Diego Di Fabio (Car Point by AC Racing Technology) e Silvia Simoni (Scuderia Angelo Caffi by CAAL Racing), che da subito lottato per il podio. E’ infatti l’esordiente Filippo Bencivenni (AD Motor by CAAL Racing) a segnare la doppietta mettendosi alle spalle Nicola Gonnella (AC Racing Technology) e Angelo Rogari (Reggio Motori by Dinamic Motorsport) in gara 1 e in gara 2 avendo la meglio su Diego Di Fabio (Car Point by AC Racing Technology) e Andrea Tronconi (Cascioli by Melatini Racing). Ottimo esordio tra le Lite anche per la giovane Silvia Simoni (Scuderia Angelo Caffi by CAAL Racing) per due volte quinta. Il prossimo appuntamento con il MINI Challenge è in programma per il week end del 18 e 19 maggio al Misano World Circuit – Marco Simoncelli.