Enoturismo, procedure più veloci per l’inizio delle attività

VENDEMMIA DI UVE BIANCHE RIESLING DELLA FAMIGLIA PICCININI A MORNICO LOSANA NELL' OLTREPO PAVESE (MORNICO LOSANA - 2015-09-07, DUILIO PIAGGESI) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

CAGLIARI (ITALPRESS) – L’assessore regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, ha firmato oggi il decreto che snellisce le procedure per l’esercizio delle attività di enoturismo, il cui avvio dovrà essere comunicato, in procedimento di autocertificazione a 0 giorni, con un modello semplificato di segnalazione certificata di inizio attività (Scia) allo Sportello unico per le attività produttive, edilizie e per le autorizzazioni energetiche (Suapee) competente per territorio.
Il nuovo provvedimento arriva a pochi giorni dalla delibera approvata dalla Giunta regionale che contiene le direttive di attuazione per la disciplina del settore. Nell’enoturismo, secondo quanto prescritto dalle direttive, rientrano tutte quelle attività finalizzate ad accrescere la conoscenza degli ecosistemi vitivinicoli della Sardegna e svolte nei luoghi di produzione con visite guidate ai vigneti e alle cantine nei luoghi di coltura, di produzione o di esposizione degli strumenti utili per la coltivazione della vite. Sono comprese inoltre tutte le iniziative di carattere didattico, culturale e ricreativo, svolte nelle cantine e nei vigneti, la degustazione e la commercializzazione delle produzioni vitivinicole aziendali anche in abbinamento ad alimenti.

Foto: agenziafotogramma.it

(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com