Educazione degli adulti, nuovo social hackathon EPALE per i docenti

FIRENZE (ITALPRESS) – L’Unità EPALE, che gestisce in Italia la community europea per l’educazione degli adulti, promuove il 9 e 10 novembre 2021 un social hackathon, un evento online rivolto ai docenti e agli studenti delle scuole per adulti, Centri provinciali per l’Istruzione degli adulti. Obiettivo dell’evento: offrire uno spazio in cui pensare e agire in modo collettivo, dove ogni singolo elemento si possa confrontare con gli altri per contribuire, grazie alle proprie potenzialità, conoscenze e creatività, a risolvere una sfida educativa con l’aiuto di mentori specializzati e tramite l’ausilio delle nuove tecnologie.
L’evento è organizzato in collaborazione con EGInA Foligno e la rete di scopo nazionale ICT IdA della Ridap ed è parte degli eventi ufficiali del DigiEduHack, la manifestazione internazionale promossa dalla Commissione europea che ogni anno mobilita la comunità educante a tutti i livelli per valorizzare l’educazione digitale. I partecipanti di Epale Edu Hack saranno divisi in squadre guidate da esperti e lavoreranno insieme per co-creare soluzioni digitali innovative in grado di affrontare una particolare sfida educativa del settore dell’educazione degli adulti, ma quale è la sfida in questione? e cosa fare per risolverla? La sfida affrontata sarà incentrata sulla progettazione di nuovi ambienti di apprendimento nei CPIA per la didattica digitale integrata.
Per preparare i team a risolvere la sfida sarà proposto un ciclo di incontri di formazione riservati agli iscritti su questi temi: nuovi ambienti didattici (fisici e virtuali) per l’apprendimento e cooperative learning; elementi di progettazione e integrazione degli ambienti; creazione di contenuti digitali.
Per presentare l’iniziativa Epale Italia organizza un evento online venerdì 24 settembre dalle ore 10.00 alle 13.00 aperto a tutti e che si svolgerà in streaming live sulla piattaforma Epale. Interverranno: Lorenza Venturi (Epale Italia), Altheo Valentini (EGInA Foligno) e Renato Cazzaniga (Rete di scopo ICT IdA) per i saluti iniziali, mentre Simona Pektova, della CE, Digital Education Action Plan 2021-2027, Maria Ranieri, docente di “Didattica generale e Pedagogia speciale” presso l’Università degli Studi di Firenze, che da anni si occupa di tecnologie e processi formativi, ed Elena Mosa, ricercatrice Indire esperta di innovazione scolastica e di metodologie didattiche attive in relazione alla configurazione dell’ambiente di apprendimento e all’adozione di forme di flessibilità oraria, offriranno importanti spunti di riflessione intorno alle sfide del digitale nell’educazione degli adulti e al ruolo delle tecnologie nella scuola.
(ITALPRESS).