Domenica a Milano la consegna delle onorificenze federali

MILANO (ITALPRESS) – La storica sala della società del Giardino, a Milano, sarà location d’eccezione dalla cerimonia ufficiale di consegna delle Onorificenze della Federazione Italiana Scherma. Domenica 2 ottobre, con inizio alle ore 11.30, dirigenti, società, tecnici e atleti protagonisti in questi anni nel mondo delle pedane riceveranno i prestigiosi riconoscimenti d’Oro, Argento e Bronzo così come stabilito dalla Commissione Onorificenze della Fis. Una parata di stelle della scherma, ma anche un momento di doverosa ribalta per club e addetti ai lavori che, operando spesso lontano dalla luce dei riflettori, contribuiscono quotidianamente in maniera fondamentale allo sviluppo dello sport delle tre armi. Una festa dell’intero movimento, insomma, che unirà giovani promesse dell’agonismo e campioni affermati, che vinceranno le “Lame d’Onore”, con i rispettivi tecnici cui andranno le “Maschere d’Onore”, e poi il cuore della “base” schermistica italiana, rappresentata dalle società e dai propri dirigenti che saranno insigniti rispettivamente con “Scudi” e “Distintivi d’Onore”.
Le designazioni, analizzando le proposte pervenute dai Comitati regionali e i palmares dei candidati, sono scaturite dal lavoro della Commissione Onorificenze della Federscherma, presieduta da Giuseppe Fiamingo e di cui è referente in Consiglio il vicepresidente federale Vincenzo De Bartolomeo.
Verranno consegnati anche quattro Onorificenze alla carriera a Francesco Pennisi, Giulio Paroli e ai maestri Saverio Crisci e Giancarlo Puglisi. Saranno in tutto circa 80 i premiati nella cerimonia di Milano. Tra questi, potranno fregiarsi del massimo riconoscimento della Federazione Italiana Scherma, l’Onorificenza d’Oro che per regolamento Fis un tesserato può ricevere solo una volta nella vita, i dirigenti Armando Albanese e Giovanni Provenzano, le società Marcantonio Bentegodi, Panaro Modena e Accademia Bernardi, i maestri Federica Berton, Raffaello Caserta, Alessandro Di Agostino, Daniele Pantoni, Simone Piccini, Giovanni Sirovich, Andrea Terenzio e Massimo Zenga, e gli atleti – tutti medagliati agli ultimi Giochi Olimpici di Tokyo – Martina Batini, Enrico Berrè, Erica Cipressa, Luca Curatoli, Arianna Errigo, Rossella Fiamingo, Federica Isola, Aldo Montano, Mara Navarria, Luigi Samele, Alberta Santuccio e Alice Volpi.
“Le Onorificenze federali rappresentano da sempre un momento di straordinaria importanza per la scherma italiana – dice Paolo Azzi, presidente della Federazione Italiana Scherma -. E’ il formale ma sentitissimo riconoscimento a chi, con la passione, l’impegno e i risultati, ha dato lustro al nostro amato sport, contribuendo a quel processo di crescita e sviluppo del movimento che ci sta a cuore più d’ogni altra cosa”. “Ogni Onorificenza che consegneremo a Milano ha una storia, che parte dal lavoro sui territori e arriva ai successi dei nostri atleti nelle più prestigiose competizioni in giro per il mondo. Protagonisti della scherma di ogni età, campioni e tecnici, società e personalità di spicco, condivideranno con noi una giornata speciale, ricca di significati e valori”, ha concluso il presidente Azzi.
– Foto ufficio stampa Federscherma –
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com