Da Sanofi Brindisi 100 tonnellate di disinfettante a P.Civile e Cri

MILANO (ITALPRESS) – Per tutta la durata dell’emergenza sanitaria lo stabilimento pugliese di Sanofi ha proseguito senza sosta la propria attivita’ di produzione di principi attivi farmaceutici mettendo al centro la sicurezza dei propri collaboratori e in primo piano la continuita’ terapeutica di milioni di pazienti in tutto il mondo. Puntando su competenze e capacita’ industriale, lo stabilimento ha poi riconvertito alcune sue linee per produrre una tipologia di soluzione disinfettante, specifica per le mani e mettere a disposizione un prodotto per la sanificazione di ambienti e strade. La produzione, avviata nel mese di marzo, e’ tutt’ora in corso e continuera’ fino alla fine dell’emergenza sanitaria. Ad oggi sono circa 100 le tonnellate di soluzione disinfettante fornite al Comitato Generale di Crisi dei Vigili del Fuoco e distribuite su tutto il territorio nazionale a supporto delle attivita’ della Protezione Civile e della Croce Rossa italiana.
“Siamo orgogliosi dell’impegno preso e del contributo concreto che abbiamo saputo dare al Paese – ha dichiarato Giovanni Morelli, direttore dello stabilimento -. In tutte queste settimane, vedere partire i camion per le aree piu’ colpite da questa terribile emergenza ci ha ripagato dei sacrifici che tutti noi e le nostre famiglie abbiamo fatto per mantenere la nostra attivita’ produttiva, nonostante le difficolta’ e le preoccupazioni”. “Quanto abbiamo fatto – ha aggiunto – rientra in un’iniziativa piu’ articolata messa in campo da Sanofi in Italia per l’emergenza sanitaria in corso e dimostra come ognuno, a tutti i livelli, abbia saputo mettere le proprie competenze in campo per fare la differenza”.
(ITALPRESS).