Coronavirus, da Ue “Recovery and resiliance Facility” da 560 miliardi

Valdis Dombrovskis, Paolo Gentiloni

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – La Commissione europea ha presentato “Recovery and Resiliance Facility”, uno strumento da 560 miliardi, tra sovvenzioni e prestiti, che si inserisce nel quadro del Next Generation EU presentato ieri e che fornirà sostegno finanziario per riforme e investimenti degli Stati membri, con l’obiettivo di mitigare l’impatto economico e sociale della pandemia di coronavirus e di rendere le economie europee più sostenibili, resistenti e preparate alle sfide poste dalla transizione verde e digitale. In particolare, come si legge in una nota della Commissione europea, il “Recovery and Resiliance Facility” aiuterà gli Stati membri ad affrontare le sfide individuate nel contesto del semestre europeo in settori come la competitività, la produttività, la sostenibilità ambientale, l’istruzione e le competenze, la sanità, l’occupazione e la coesione sociale ed economica. “L’Europa vuole riprendersi da questo shock, ma anche guidare le risorse necessarie e accelerare la transizione verde e digitale”, ha detto Valdis Dombrovskis, vice presidente della Commissione europea, durante la conferenza stampa sul nuovo piano di ripresa.
“Oggi vi presentiamo Recovery and Resiliance Facility, strumento per il recupero e la resilienza che è il più grande all’interno del nostro nuovo pacchetto di ripresa, con 560 miliardi che aiuteranno gli Stati membri ad affrontare le varie sfide economiche e sociali. Due sono gli obiettivi di questo strumento: promuovere la coesione economica, sociale e territoriale dell’Unione europea e sostenere la digitalizzazione e il greening dei Paesi. La pandemia ha sconvolto il mondo e l’Europa, mettendo in ginocchio le nostre società, le economie e i sistemi sanitari – ha spiegato Dombrovskis – Per permettere all’Unione europea di ripartire, Next Generation Eu guarda al futuro e si basa su tre pilastri: solidarietà, coesione e resilienza”.
“Sono convinto che il nuovo pacchetto della Commissione sia la risposta perfetta di cui l’Europa ha bisogno”, ha poi affermato Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’Economia. “Nel cuore di Next Generation EU c’è Recovery and Resiliance Facility – ha continuato Gentiloni – strumento che aiuterà gli Stati membri a mitigare l’impatto economico e sociale di questa crisi e, al contempo, di affrontare le sfide a lungo termine. Il nostro obiettivo è quello di aiutare i Paesi ad essere più resilienti”.
(ITALPRESS).