Bus turistici “Servono 50 milioni stanziati per pagare i leasing”

PROTESTA NOLEGGIO CON CONDUCENTE NCC CAMPANIA A MONTECITORIO MANIFESTAZIONE CONDUCENTE AUTISTA AUTISTI BUS TURISTICI AUTOBUS PULLMAN PRIVATO PRIVATI CONDUCENTI ASSOBUS MANIFESTO MORTUARIO MANIFESTI MORTUARI

ROMA (ITALPRESS) – “Tra poco ci sarà una nuova legge di bilancio, ma in coda abbiamo ancora qualcosa da sistemare della vecchia legge. Per esempio, i decreti attuativi relativi ai contributi per coprire i pagamenti dei leasing sui mezzi”. L’allarme viene lanciato da Riccardo Verona, presidente del Comitato Bus Turistici Italiani. “Ci preoccupa – dice Verona – che ancora non siano usciti i decreti attuativi alla scorsa legge di bilancio, che ha stanziato circa 50 milioni per il nostro settore. Si tratta di fondi necessari per il comparto, che rappresentano realmente una forma di vita per molte aziende, ma per usufruire dei quali ancora non si sono avute indicazioni e regole. I tempi – aggiunge – iniziano a essere stretti. Anche se i decreti venissero fuori domani, è infatti evidente che tra la presentazione delle domande e l’erogazione dei fondi passerebbero almeno un paio di mesi. Questo significa che già oggi non abbiamo tempo. A gennaio per il settore scatterà la fine della sospensione del pagamento dei leasing. Se non saranno arrivati i soldi già stanziati, per molte aziende significherà rimanere nuovamente soffocate da uno stress finanziario del quale, ormai da due anni, non si vede la fine. Sollecitiamo il Governo – conclude Verona -, al quale ci siamo rivolti con numerose lettere, a dare attuazione a questa importante misura fortemente attesa dalle imprese del settore”. A livello numerico, ricorda il Comoitato, si tratta di circa 4 mila autobus nuovi, per i quali le aziende italiane dovranno tornare a pagare le rate dei leasing.
(ITALPRESS).