ASSESSORI MARCHIELLO E DISCEPOLO RISPONDONO AL QUESTION TIME

Spazio al Question Time nella seduta odierna del Consiglio regionale della Campania, presieduto da Rosetta D’Amelio. Diverse le interrogazioni presentate. Il consigliere Nicola Marrazzo del Partito democratico ha interrogato la Giunta sulla destinazione di Palazzo Carafa, in considerazione del rincorrersi delle voci secondo le quali il complesso storico potrebbe essere venduto per farne un albergo. All’interrogazione ha risposto l’assessore alle Attività produttive, Antonio Marchiello, che ha informato l’aula circa la volontà dell’ente proprietario, Intesa Sanpaolo, di alienare il bene. Marrazzo ha chiesto all’esponente della Giunta, vista l’importanza storica del complesso, se la Regione si faccia parte attiva nella partecipazione all’acquisto di Palazzo Carafa.  L’assessore rispondendo poi all’interrogazione proposta dal consigliere Francesco Emilio Borrelli (Campania Libera-Verdi) sulla sorte dell’Unità Operativa Complessa Salute Mentale di Sorrento, ha risposto che “L’Unità Operativa Complessa di salute mentale in Penisola Sorrentina è confermata nella sua allocazione, presso il Distretto sanitario 59: si è cercata una ulteriore allocazione – ha spiegato – ma la richiesta di disponibilità di spazi agli enti locali non ha trovato riscontro”.

All’interrogazione, invece della consigliere M5s Maria Muscarà, sulle ragioni sottese alla mancata risposta a 150 interrogazioni presentate da consiglieri del suo Gruppo consiliare, Marchiello ha evidenziato che “in questa legislatura regionale sono state presentate 1175 interrogazioni, di cui 385 da parte dei consiglieri M5s. le interrogazioni presentate nella scorsa legislatura erano state di gran lunga inferirori: 795. Sarà cura comunque dell’ufficio legislativo sollecitare i competenti uffici qualora vi siano interrogazioni inevase”. Infine la consigliera M5s Valeria Ciarambino, ha chiesto di conoscere se a seguito degli ultimi tre eventi sentinella di casi di Tubercolosi verificatisi presso l’ospedale San Paolo sì siano adottati provvedimenti di risk management a cura dei direttori delle UU.00. istituzionalmente preposti. Marchiello ha risposto che la Direzione strategica ha avviato una indagine interna mediante la costituzione di una Commissione insediatasi lo scorso 22 ottobre. La Commissione – ha aggiunto – accerterà se tutte le misure previste dai specifici protocolli ministeriali siano state attuate e verificherà eventuali inadempienze”.

Il consigliere Luciano Passariello (Fratelli d’Italia) ha invece interrogato la Giunta relativamente all’applicazione del Piano Casa su problematiche afferenti il territorio del Comune di Volla, in provincia di Napoli, in particolare i funzionari responsabili di Settore del Comune di Volla, succedutisi nel tempo, In coerenza e letteralmente applicando la CR. del Piano Casa, hanno concesso, ha evidenziato Passariello, il cambio di destinazione d’uso di edifici non residenziali a residenziali. La risposta affidata all’assessore all’Urbanistica Bruno Discepolo, che ha evidenziato la incompetenza del proprio Assessorato sulla materia, in quanto si tratta di norme la cui attuazione è di competenza dei Comuni, tuttavia – ha aggiunto – si sta lavorando ad una legge quadro sulla materia”.