Alarm Phone, autorità maltesi accusate di respingimento migranti

LA VALLETTA (MALTA) (ITALPRESS/MNA) – Le autorità maltesi sono state accusate di un altro respingimento dei migranti in mare. Le ultime accuse sono arrivate dall’organizzazione non governativa Alarm Phone, secondo cui 71 migranti su un gommone sgonfio sono stati respinti dal soccorso di Malta.
Il gruppo è stato poi salvato dalla nave “Geo Barents” gestita da un’altra ONG Medici Senza Frontiere. E’ stato confermato che il gommone stava imbarcando acqua mentre il mare era agitato, tra forti venti e onde alte tre metri.
Prima di questo caso, “Geo Barents” aveva a bordo 296 migranti in attesa del permesso di sbarcare nelle acque al largo di Malta. Sei migranti sono stati confermati positivi al Covid-19. Secondo Medici Senza Frontiere, sarebbe stato difficile mantenere l’intero gruppo di migranti sufficientemente distanti dagli altri a causa delle condizioni di affollamento a bordo della nave.
Secondo Alarm Phone, domenica mattina le autorità maltesi sono state informate dei migranti in difficoltà e hanno chiesto alle autorità di “agire immediatamente e fermare questi crimini in mare”. In un’altra notifica, Alarm Phone ha affermato di essere in contatto con altre 68 persone, tra cui molti bambini, in difficoltà nella zona di ricerca e soccorso di Malta e ha confermato che le autorità maltesi erano già state allertate.
Un recente rapporto della Commissione europea ha mostrato che la migrazione nel Mediterraneo centrale è aumentata dell’82% nel 2021. Tuttavia, il numero totale di arrivi a Malta durante lo stesso periodo è diminuito del 78%.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com