TOTI: “ACCORDO CON M5S NON FACILE”

“Le delegazioni del centrodestra hanno indicato al presidente Mattarella tutte lo stesso principio: partire da un centrodestra a guida Salvini”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ospite di “Circo Massimo” su Radio Capital.

“E’ possibile trovare un programma minimo d’incontro fra M5S e centrodestra, ma non è facile. L’accordo, quale che sia, è una dolorosa necessità che nasce da una legge elettorale sbagliata – ha aggiunto Toti -. Credo che i veti di Luigi Di Maio, ancorché assurdi dal mio punto di vista, siano l’ultimo dei problemi. Il problema è come si fa a conciliare i programmi, visto che quello del M5S è alternativo a quello del centrodestra”.

“Penso che la maggioranza in Parlamento senza il centrodestra sia impossibile. Poi Di Maio fa discorsi da ‘Franza o Spagna purché se magna’”, ha sottolineato Toti.

“L’accordo nel centrodestra reggerà, non credo sia interesse di nessuno dividersi – ha aggiunto -. Parlo di partito unico da tanto tempo perché penso che con un M5S al 33% il centrodestra si debba strutturare. Ma il partito unico deve essere una scelta del popolo, senza predellini e iniziative personali”. Per il governatore della Liguria “Berlusconi è un uomo pratico, le intuizioni migliori della politica italiana degli ultimi vent’anni sono venute da lui”.

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com