SOLBERG DICE ADDIO CON UNA VITTORIA IN GALLES

Petter Solberg, campione del mondo Rally 2003 con Pirelli, ha concluso la sua spettacolare carriera con la vittoria nella classe WRC2 nel Rally del Galles GB: uno dei suoi terreni di caccia di maggior successo con Pirelli, visto che in passato il norvegese ha ottenuto quattro vittorie. Per il gran finale a livello WRC, il 44enne si è fatto ancora una volta affiancare dal suo co-pilota di tante battaglie sportive, quel Phil Mills, che lo ha anche accompagnato al titolo mondiale del 2003 con Subaru. A rendere l’occasione ancora più speciale è stato il fatto che Solberg faceva parte di un team sulla cui seconda auto era al volante suo figlio di 18 anni Oliver, al debutto iridato in Galles. Entrambe le Volkswagen Polo R5 che guidavano, gestite dal team della famiglia Solberg, utilizzavano pneumatici Pirelli, che sono sempre stati in prima linea nella loro carriera. Oltre a segnare un capitolo storico per il rallysmo, con un Solberg che si avvicenda con un altro, nella quinta e ultima gara della serie è stato incoronato il nuovo vincitore dello Junior WRC. I giovani talenti si sono scontrati su una varietà di superfici e condizioni, tutti al volante di identiche vetture Ford Fiesta R2T M-Sport e con pneumatici Pirelli, con la resa dei conti finale sui tracciati fangosi della foresta del Galles. Alla fine l’ha spuntata lo spagnolo Jan Solans, che ha vinto gara e campionato: per lui in premio una Ford Fiesta R5 per l’anno prossimo. Le condizioni nella prova britannica del campionato mondiale rally sono generalmente cattive, con pioggia e fango. Tuttavia, quest’anno le previsioni erano ancora più sfavorevoli del solito a causa dei riflessi dell’uragano Lorenzo. Il tempo è stato leggermente migliore del previsto, ma le 22 prove speciali hanno comunque costituito un test notevole per uomini, vetture e ovviamente pneumatici. In Galles Pirelli ha messo a disposizione dei piloti due tipi di pneumatici Scorpion per lo sterrato – le soft K6A e le super soft K8A – che si sono dimostrati tanto validi da sconfiggere la consolidata concorrenza nella classe WRC2 e superare terreni estremamente difficili anche con le vetture dello Junior WRC a due ruote motrici. Petter Solberg è stato uno dei più grandi campioni di Pirelli vincendo con il marchio italiano 13 rally iridati nei suoi oltre vent’anni di carriera. Due decenni in cui è rimasto strettamente legato a Pirelli: una tradizione che ora è stata tramandata anche a suo figlio Oliver, che ha anche iniziato la sua carriera professionale con pneumatici Pirelli. Infatti, Oliver, che all’epoca aveva solo 16 anni, ha fatto il suo debutto con una WRC con Pirelli due anni fa al Motor Show di Bologna, dove ha guidato una Ford Fiesta WRC: diventando probabilmente il pilota più giovane che lo abbia mai fatto. Mentre Petter ha vinto la classe WRC2 in Galles, Oliver non è stato così fortunato, dopo aver sofferto di un paio di problemi meccanici nei primi due giorni. Tuttavia questa gara doveva soprattutto segnare una occasione storica con suo padre e con Pirelli. Alla fine della gara, il responsabile dell’attività rally di Pirelli Terenzio Testoni ha consegnato a Petter uno speciale pneumatico Pirelli da F1 per la galleria del vento, a esprimere la gratitudine di Pirelli per l’incredibile carriera di Solberg – che ha vinto ovunque, dai rally al rallycross. Terenzio Testoni, rally activity manager Pirelli: “È stato un fine settimana incredibilmente emozionante in Galles per tutti noi di Pirelli: si è segnata la fine della brillante carriera di Petter come pilota e celebriamo l’inizio della carriera di Oliver nel WRC. Per Petter concludere qui la carriera con una grande vittoria con le nostre gomme Scorpion è stato sicuramente il modo più bello per farlo, e siamo straordinariamente orgogliosi di tutto ciò che abbiamo ottenuto insieme nel corso degli anni. Certo, non sarà l’ultima volta che avremo Peter vicino a noi, dato che sono sicuro che sarà una presenza molto evidente nella carriera di Oliver, che si è già dimostrato un giovane molto promettente con tanto talento e velocità. Congratulazioni a entrambi e anche al nostro nuovo campione Junior Jan Solans, che è emerso alla fine di una stagione Junior WRC molto combattuta”.