Sindaco visita primo distributore Enistation di idrogeno a Mestre

VENEZIA (ITALPRESS) – Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha effettuato oggi insieme al direttore generale Energy Evolution di Eni Giuseppe Ricci un sopralluogo alla nuova Enistation a Mestre (Venezia) in località San Giuliano dove sono in fase di collaudo gli impianti per il rifornimento di idrogeno per autotrazione. La stazione è stata riaperta da alcune settimane dopo essere stata completamente ricostruita ed entro marzo, a seguito delle certificazioni e delle autorizzazioni che verranno rilasciate dagli enti competenti, sarà la prima stazione di servizio in Italia per il rifornimento di idrogeno in ambito urbano e aperta al pubblico. L’impianto è dotato di due punti di erogazione, uno per autoveicoli e mezzi pesanti e uno per autobus e di innovativi apparati di sicurezza. L’approvvigionamento di idrogeno sarà garantito tramite carro bombolaio. “Questa stazione di servizio – commenta Ricci – è un esempio di come immaginiamo l’evoluzione dei prodotti e dei servizi per la mobilità sostenibile: oltre all’impianto per il rifornimento di idrogeno è stata installata una colonnina di ricarica elettrica con due postazioni che può ricaricare contemporaneamente un veicolo in corrente continua a 50 kW e un veicolo in corrente alternata a 22 kW ed è dotata di tutti i servizi dedicati alla mobilità, alla persona e alla vettura”. Nel distributore in via Orlanda, infatti, è presente un Telepass Point, dove è possibile richiedere, ritirare o sostituire il dispositivo Telepass, pagamento di bollettini postali, servizio ritiro pacchi e un punto ristoro con emporio, dove è possibile effettuare una spesa con prodotti alimentari di qualità, oltre al rifornimento di carburanti tradizionali in modalità self/servito e un’area per il lavaggio dei veicoli.
“L’iniziativa, prima di questo genere in Italia, – commenta il sindaco – nasce da un accordo sottoscritto da Città Metropolitana di Venezia, Eni e Toyota per la sperimentazione della mobilità con idrogeno per autotrazione e dalla convenzione sottoscritta nel maggio 2021 dal Comune di Venezia e Eni. Qui stiamo dimostrando, proprio nel momento in cui la città celebra i 1600 anni dalla sua fondazione, quanto Venezia sia a pieno titolo un luogo dove il futuro si fa presente. Qui le sperimentazioni diventano fatti concreti che ci consentono di portare avanti tutti quei progetti in difesa dell’ambiente e della tutela del territorio. Grazie ad Eni abbiamo aggiunto un importante tassello in quel percorso che stiamo portando e che conferma quanto meritata sia la candidatura di Venezia a Capitale mondiale della Sostenibilità”.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com