SALVINI “NASCE LA COALIZIONE DEGLI ITALIANI”

Roma 26/06/2019 - trasmissione Tv 'Porta a Porta' / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Matteo Salvini

“Sabato è stata una di quelle date che cambiano un’epoca. È davvero nata la ‘Coalizione degli italiani'”. Lo dice in un’intervista al Corriere della Sera il leader della Lega Matteo Salvini. “Dopo mesi di chiacchiere penso che tutta Italia e persino i palazzi della politica abbiano capito dove sta la maggioranza del consenso”, aggiunge. “Il centrodestra era nel 1994, oggi siamo nel 2019. Il nostro popolo ci chiede di fare bene, di fare insieme e di fare in fretta – sottolinea il leader leghista -. Peraltro ci saranno diverse novità, da Toti ad altre formazioni dell’area laica, liberale e socialista che credo vedremo già in Emilia Romagna”. In merito alle elezioni in Umbria, Salvini afferma: “Domenica avremo un primo test di rilevanza nazionale. Devo dire che Conte si è rivelato per… quello che è. Lui pensa a pettinarsi. Quando ha detto che il voto umbro non è così rilevante perché l’Umbria ha gli abitanti della Provincia di Lecce… Una cosa squallida. Comunque, l’Umbria è dove la sinistra ha governato per 50 anni e dove oggi esordisce l’alleanza Pd-M5S. Secondo me sarà molto interessante. E credo che subito dopo ci saranno novità”.

“Fermo restando che noi non andiamo a cercare nessuno, capisco i problemi di coscienza di molti elettori ed eletti che si sentono traditi e delusi dai loro partiti. Se qualcuno vorrà continuare con noi le sue battaglie, sarà il benvenuto”, aggiunge. “A gennaio si vota in Emilia-Romagna e in Calabria. Per il 14 novembre, abbiamo già chiesto il palazzetto di Bologna. E in Calabria si può vincere; chiediamo solo agli amici di FI di indicare una candidatura che non abbia indagini o processi in corso. Giusto per distinguerci dalla sinistra… E poi, c’è il referendum sulla legge elettorale della primavera prossima, il presidenzialismo”, dice ancora Salvini, che alla domanda se sia davvero convinto che il Governo cadrà per le Regionali, risponde: “Cadranno, cadranno… dopo un mese sono già agli ultimatum, Di Maio e Renzi stanno già preparando la buonuscita per ‘Giuseppi'”.