Prescrizione, Renzi “Il Pd sceglie la legge dei populisti”

MATTEO RENZI

ROMA (ITALPRESS) – “Trovo ridicolo questo balletto e questo dibattito, perché hanno trasformato una cosa semplice in un problema esistenziale”. Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, intervenuto a “Radio Anch’io” su Radio1 Rai, parlando della prescrizione. “Il dibattito politico è fermo sulla prescrizione e trovo imbarazzante e imbarazzata la posizione del ministro Bonafede e del leader del Pd Zingaretti. La prescrizione – ha aggiunto – è uno strumento giuridico che in Italia esiste da sempre e che il mio governo e il governo di Gentiloni, cioè i governi a guida Pd, avevano allargato. Cosa hanno fatto i populisti Bonafede e Salvini quando sono andati al governo con il Conte 1? Strizzando l’occhio al giustizialismo hanno cancellato la prescrizione. Noi abbiamo detto torniamo alla legge di Orlando e Gentiloni. La cosa divertente e per alcuni aspetti molto triste, è che oggi il Pd nello scegliere tra una legge fatta dal Pd è una legge fatta da Salvini sceglie la legge dei populisti”.
Per REnzi “il ddl Conte bis non va bene perché non sta né in cielo nè in terra, viola almeno tre principi costituzionali ed è una norma fatta non per risolvere i problemi dei cittadini ma per mediare per le esigenze della maggioranza. Si prenda del tempo, si chiamino gli esperti e si abbia la forza e il coraggio di dire una volta per tutte che questo Paese deve uscire dalla deriva giustizialista. Dopodiché vogliamo trovare un punto d’intesa? Disponibilità massima. Io sto cercando di avere buonsenso per fare un compromesso, però bisogna essere in due. Mi spiace per il Pd perché una volta era la casa dei garantiti, oggi insegue il giustizialismo dei cinquestelle, peccato”, ha chiosato Renzi.
(ITALPRESS).